logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
119

VOGHERA PAVIA 28/04/2023: Gioco d’Azzardo Patologico. Attivati Sportelli di ascolto a Pavia e Voghera

da www.vogheranews.it
@Riproduzione Riservata del 28 aprile 2023

VOGHERA PAVIA – Il fenomeno “gioco d’azzardo” in Italia, pur avendo assunto dimensioni rilevanti, è difficilmente stimabile in quanto, ad oggi, non esistono studi accreditati, esaustivi e validamente rappresentativi. Dai dati della letteratura internazionale si evince che il gioco d’azzardo porta con sé un rischio che, in particolari gruppi di persone ad alta vulnerabilità per fattori individuali, ambientali, sociali e secondari alle caratteristiche dei giochi, può sfociare in una vera e propria dipendenza comportamentale definita: Gioco d’Azzardo Patologico (GAP).”

Lo spiega l’Ats di Pavia che, nell’ambito del Piano Locale per il contrasto del Gioco D’azzardo, in collaborazione con l’ASST di Pavia, si è attivata con delle attività di prevenzione, diagnosi e cura.

In particolare sono stati attivati degli sportelli nelle città di Voghera e Pavia

A Voghera lo sportello è attivo presso “II Poliambulatorio” in via Barenghi n. 22, Voghera,
nei giorni di: Lunedì dalle 9:00 alle 11:00 Martedì dalle 14:00 alle 16

A Pavia lo sportello è attivo presso “La Casa di Comunità” in Ple Golgi 5, nei giorni di Lunedi e Mercoledì dalle 10 alle 12.

Per informazioni o per contatti non sono stati forniti numeri di telefono ma solo una mail: info_gioco@asst-pavia.it.

Nell’attività di sportello è prevista la presenza di uno psicologo che accoglie, anche senza appuntamento e anonimamente il giocatore, con la finalità di migliorare la consapevolezza rispetto al problema di gioco e lavorare sulla motivazione alla cura, orientandolo al servizio o accompagnandolo per un primo appuntamento. Questo intervento può risolversi in un singolo colloquio oppure articolarsi in più incontri, a discrezione del clinico. Lo sportello offre altresì una consulenza al familiare che spesso chiede come poter affrontare la problematica di gioco del parente e/o come orientarsi quando il giocatore non ha motivazione al cambiamento.

“Il disturbo compulsivo complesso, responsabile dell’incontrollabilità del proprio comportamento di gioco, può generare gravi problemi sociali, finanziari oltre ad aumentare la probabilità di entrare in contatto con organizzazioni criminali dedite al gioco illegale. Presentando il GAP una varietà di sfumature cliniche in relazione alle caratteristiche individuali del soggetto, al tipo di gioco prevalentemente utilizzato, alle condizioni sociali, agli eventi scatenati, alla compresenza di patologie psichiatriche e/o all’uso di sostanze stupefacenti e/o all’abuso alcolico etc. si ritiene che il tracciare i differenti profili dei “giocatori patologici” possa essere utile ad individuare gli interventi preventivi-diagnostici e terapeutici più appropriati per le categorie identificate.

CARCERI

La strutturazione dello Sportello di ascolto è prevista anche nell’ambito della realizzazione dell’obiettivo che prevede di avviare, da parte di ASST, attività di diagnosi e cura negli Istituti Penitenziari in particolare per i pazienti affetti da disturbi da uso di sostanze e gioco d’azzardo.

Contestualmente, sempre all’interno degli Istituti Penitenziari, il progetto prevede la realizzazione di incontri di gruppo – a finalità informativa, psicoeducativa o terapeutica – utili all’integrazione della presa in carico individuale effettuabile all’interno dello spazio dello Sportello. Perseguendo l’obiettivo della prevenzione e del contrasto al gioco d’azzardo patologico, si sono attivati interventi rivolti alle comunità psichiatriche del territorio dove, attraverso lo strumento dell’incontro di gruppo si offre una possibilità informativa e di sensibilizzazione, nonché l’indicazione delle possibilità di cura qualora si dovesse riscontrare la presenza di un gioco patologico.

Top