logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
7

VOGHERA 30/11/2021: Nasce “Diamoci una mano”. Progetto per includere nella vita sociale quotidiana persone con patologie psichiatriche

da www.vogheranews.it
@Riproduzione Riservata del 30 novembre 2021

VOGHERA – “Diamoci una mano”. Si chiama così il progetto che nasce dalla preziosa collaborazione tra il Centro Psico Sociale Oltrepò, la Banca del Tempo di Voghera e la Cooperativa Codams Due. Il progetto, rivelato dall’Asst della provincia di Pavia è destinato “alle persone affette da patologie psichiatriche che vivono spesso una duplice condizione di disagio – spiegano i promotori – : oltre alla patologia di cui soffrono, si trovano, spesso, anche a dover fronteggiare una difficile condizione di emarginazione e di esclusione sociale, nonché il mancato riconoscimento di un “posto nella società”, di un ruolo sociale all’interno della comunità locale. La negazione di abilità, di capacità, di pensieri e idee proprie può rendere molto più complesso e lento il loro percorso terapeutico-riabilitativo.”

Nella consapevolezza che, “per realizzare un intervento di cura quanto più globale, è necessario intervenire anche su questi aspetti”, è stata avviata una collaborazione tra il CPS (Centro Psico Sociale) dell’Oltrepò, la Cooperativa CODAMS DUE e la Banca del Tempo di Voghera, appunto, al fine di “permettere anche a persone con problematiche psichiatriche di diventare attori e fornitori di un servizio all’interno della comunità locale.”

L’obiettivo del progetto è quello di “permettere agli utenti di mettersi alla prova e uscire dalla logica che li vede sempre e solo destinatari di servizi e interventi, ribaltando finalmente i ruoli.”

Ciò perchè, “tale cambio di prospettiva va nella direzione del riconoscimento della persona in quanto tale, che oltre alle sue fragilità e/o alle sue patologie può essere di aiuto ad altri e può trovare in questa reciprocità, in questo suo sentirsi utile, un riconoscimento del proprio ruolo sociale”.

Coprotagonisti del progetto saranno le persone sole, spesso anziane che necessitano di supporto in azioni di vita quotidiana: come il recarsi a fare la spesa o piccole incombenze quali pagare le utenze.

“Potranno fare affidamento sul tempo messo loro a disposizione dai nostri utenti, che si renderanno disponibili, soli o con supporto educativo-infermieristico, a soddisfare queste necessità”, precisano i promotori.

I destinatari del servizio verranno individuati dall’Associazione La Banca del Tempo in collaborazione con la Cooperativa CODAMS Due e gli operatori del Servizio psichiatrico, “nella consapevolezza che la responsabilizzazione, lo scambio e la reciprocità rappresentano alcuni degli strumenti indispensabili per un efficace welfare di comunità”

Il progetto prevede una prima fase sperimentale, di 3/4 mesi, in occasione dei quali sarà possibile valutare di ampliare ulteriormente la collaborazione sulla base di eventuali disponibilità reciproche (maggiori richieste di disbrigo pratiche da parte dell’associazione/ maggiore richiesta da parte degli utenti del Centro Psico Sociale di essere coinvolti nello svolgimento dell’attività di volontariato e risocializzante).

Il percorso di collaborazione tra Centro Psico Sociale e Banca del Tempo è iniziato nell’estate del 2021, ed ha portato alla definizione del progetto “Diamoci una mano” nel mese di ottobre.

Mentre la collaborazione tra Centro Psico Sociale e Cooperativa CODAMS Due è in essere da diversi anni, relativamente all’erogazione di servizi di assistenza al domicilio. CODAMS fornisce sul territorio servizi di assistenza domiciliare e di educativa destinati a un’utenza fragile che usufruisce dei servizi sopra menzionati anche in compartecipazione con il Comune di Voghera e con il Piano di Zona.

Top