logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
113

VOGHERA 19/07/2019: Genitorialità in carcere. Volontari alla Casa Circondariale insieme alle famiglie dei detenuti

da www.vogheranews.it
@Riproduzione Riservata del 19 luglio 2019
 

VOGHERA – Sabato 13 luglio nella Casa Circondariale di Voghera si è svolta un’iniziativa tesa a favorire l’esercizio della genitorialità durante la detenzione e a sostenere le relazioni affettive tra alcuni detenuti ed i rispettivi figli.

In adesione alla campagna nazionale di sensibilizzazione su tale tema, dal titolo “Non un mio crimine, ma una mia condanna”, la Direzione del carcere ha potuto sperimentare la collaborazione con l’Associazione “Scegligesù”.
Nella Sala Teatro dell’istituto di via Prati Nuovi, alla presenza di circa 10 famiglie, hanno donato il loro apporto 11 volontari, consentendo al pubblico di vivere un momento di serenità in allegria.
“Alcune persone ristrette hanno espresso pensieri sulla giornata trascorsa, mostrandosi particolarmente contenti e molto grati all’associazione per il tempo dedicato”, spiegano gli organizzatori.
Ne programma della giornata: due sketch divertenti ma al contempo capaci di lasciare un messaggio sul valore dell’amicizia, numeri di giocoleria e artisti di strada, sbandieratori che a ritmo di musica hanno fatto volteggiare, intorno agli sguardi stupiti dei piccoli, tutti i colori dell’arcobaleno.
A seguire il pranzo insieme, in una sala colloqui dedicata, a ricordare una quotidianità familiare di condivisione, animato da due mascotte e rallegrato dai palloncini dalle mille forme e da trucchi da principesse e pirati.
“Anche rispetto a questo secondo momento, i ristretti hanno espresso forte gradimento in quanto a loro è sembrato di recuperare un senso di familiarità, potendo accorciare le distanze che, a causa della detenzione, si sono create con i figli – spiegano ancora i volontari -. Qualunque sia, infatti, la responsabilità dei padri, è molto importante che i bambini possano recuperare quel rapporto, molto compromesso dall’assenza, in cui si declina il loro diritto di vivere da figli.”
Il personale della Polizia Penitenziaria e gli operatori del trattamento hanno presenziato e condiviso l’organizzazione della giornata.

Top