logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
644

VOGHERA 14/09/2023: Alla Pezzani Consultorio gratuito per le donne in gravidanza e le puerpere

da www.vogheranews.it
@Riproduzione Riservata del 14 settembre 2023

VOGHERA – L’Asp Carlo Pezzani rende noto che il proprio Consultorio di Voghera offre alle neo mamme supporto a domicilio e in struttura. I servizi sono gratuiti: si accede presso il Consultorio senza l’impegnativa del medico, previo appuntamento telefonico.
Per informazioni è possibile telefonare allo 0383 644406/07.

Spiega il direttore generale Alfonso Mercuri: “L’ASP Pezzani arricchisce la sua offerta sociosanitaria. Offre alle donne in gravidanza e alle puerpere un percorso di accompagnamento alla nascita, un servizio ostetrico a domicilio dopo le dimissioni ospedaliere. Incontri di gruppo gestiti dall’ostetrica e dalla psicologa, rivolti alla diade mamma-bambino nella fascia di età 0-6 mesi.”

Aggiunge il presidente Fulvio Tartara. ”I percorsi previsti hanno lo scopo di offrire alle neo mamme uno spazio di condivisione con figure specializzate rispetto al tema della gravidanza, della maternità e della genitorialità. Attraverso interventi qualificati si intende sostenere le neo mamme anche nella prevenzione di possibili situazioni di disagio psicologico come nella depressione post partum.”

Sul caso interviene anche Elena Lucchini, assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari Opportunità della Regione Lombardia.

“Esprimo il mio più profondo apprezzamento per l’iniziativa della ASP Pezzani che amplia oggi l’offerta sociosanitaria del Consultorio. La scelta di garantire un valido supporto per affrontare una fase cruciale come quella della gravidanza e della maternità intercetta un bisogno largamente espresso dalle neomamme.
Il servizio di ostetricia a domicilio risponde direttamente alle attese e alle necessità di cura e accudimento dell’intera famiglia.
Gli incontri di gruppo rivolti alla diede mamma-bambino promuovono invece il rispetto della volontà di ogni donna e consentono di aumentare la loro consapevolezza.
La maternità deve essere sempre più considerata un’esperienza che richiama l’attenzione e l’impegno dell’intera comunità. Dovere del nostro sistema sanitario è quello di rendere sempre più serena l’attesa e la crescita di ogni nuovo nato e questi percorsi vanno nella giusta direzione.”

Top