logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
55

VOGHERA 06/03/2023: Scuola. Agenda 2030 alla primaria San Vittore. Dai pericoli della Rete all’orto didattico

da www.vogheranews.it
@Riproduzione Riservata del 6 marzo 2023

VOGHERA – Viaggiare fa rima con navigare e, se il mare è una rete, il pericolo può trasformarsi in rischio.

Sono temi cocenti a cui i bambini possono avvicinarsi: la regia dell’adulto contribuisce a decostruire la situazione problematica e ad attuare un processo di decodifica che li aiuti ad affrontare le paure, a superare le ansie e ad acquisire la consapevolezza che se non si è soli il rischio è controllabile.

La costruzione di barchette di carta durante l’ora di tecnologia e l’espressione dei proprio punto di vista, a completamento del manufatto, rientrano in un progetto di “navigazione sicura” e gli elaborati fanno, ora, bella mostra di sè in tutto il plesso dai cui soffitti pendono barchette multicolori.

Anche i bambini di classe prima hanno partecipato alla proposta: gli insegnanti, dopo un attento confronto sulle metodologie e gli approcci più utili alla tematica, hanno esteso l’iniziativa anche ai più piccoli dato che l’uso dei dispositivi digitali è un’esperienza che i bambini fanno in modo sempre più precoce. Un assioma dell’inclusione è la partecipazione globale fondata sulla relazione e sulla comunicazione che connotano un contesto educativo flessibile e capace di accompagnare nell’analisi di problematiche che, se non affrontate, potrebbero degenerare in ansie e preoccupazioni nelle giovani generazioni: questa è stata la motivazione che ha sorretto l’azione didattica.

La metafora del mare si è prestata a chiarire che per navigare sicuri occorre avere la certezza di attracchi altrettanto sicuri!

Con l’avvicinarsi della primavera, infine, l’orto didattico inizia a richiedere manutenzione e preparazione. Esso è un’opportunità performante. Il percorso di cura delle piantine è iniziato lo scorso anno sotto la supervisione di esperti che hanno saputo coniugare la pratica con la teoria per contribuire, insieme ai docenti, alla costruzione di un rinnovato senso di appartenenza all’ambiente da cui la modernità ci ha gradualmente scollegati. La presenza dell’orto dà un’impronta fortemente ecologica al contesto , contribuisce a superare l’antitesi natura/cultura e riposiziona adulti e bambini come parte integrante dell’ecosistema terrestre.

Coltivare è un processo paradigmatico che coniuga all’unisono i tre nuclei dell’educazione civica: “Costituzione, legalità e solidarietà”; “Sviluppo sostenibile, educazione ambientale, conoscenza e tutela del patrimonio e del territorio“; “Cittadinanza digitale”.

Top