logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
8

Una piazza della Gentilezza per il Centro diurno Bandallegra

di Paola D’Amico
da www.corriere.it
@Riproduzione Riservata del  11 aprile 2021

Il grande spazio esterno alla struttura di Monte San Savino (Ar), nata vent’anni fa grazie alla associazione L’Arca onlus per attività educative rivolte a bambini con disabilità o fragili, ospiterà anche un campo da calcetto.-

Una piazza della Gentilezza per il Centro diurno Bandallegra

È stato un piccolo ospite del Centro diurno «Bandallegra» a dargli il nome: piazza della Gentilezza. Il grande spazio esterno alla struttura di Monte San Savino (Ar), nata vent’anni fa grazie alla associazione L’Arca onlus per attività educative rivolte a bambini con disabilità o fragili, «sarà aperto a tutti - spiega Cinzia Renzoni, responsabile del centro - e cioè ai nonni, alle famiglie, alla cittadinanza». Per ristrutturarlo, L’Arca ha promosso una campagna di crowdfunding che questa settimana Buone Notizie sostiene.

L’associazione L’Arca accanto ai più fragili da 40 anni

L’associazione L’Arca da quasi 40 anni è vicina ai più fragili. «Qui a Monte San Savino ha aperto il centro diurno che nei mesi invernali segue cinquanta bambini - aggiunge Renzoni - ma d’estate triplica i suoi utenti. Lo scorso anno, a causa delle misure di prevenzione necessarie per la pandemia, ci siamo trasferiti con le nostre attività nel bosco. Ora siamo decisi a intervenire sul grande spazio esterno al centro e attrezzarlo in modo tale che possa diventare un luogo di riferimento per tutta la comunità».

L’associazione da sempre ha a cuore «qualsiasi bambina, bambino, ragazzo o adulto che abbia bisogno di essere accolto accompagnandolo nella sua specificità», spiegano gli operatori: «La sistemazione degli spazi esterni della sede - proseguono - permetterà a tutti gli amici che accogliamo di poter stare in un luogo più bello e adeguato. Entrare nella Piazza significherà «poter costruire dentro di sé uno spazio d’accoglienza personale capace di aprirsi all’altro». Qui si potranno realizzare progetti di outdoor education, attività didattiche, teatrali e espressive (nella foto un momento di gioco in epoca pre-Covid), laboratori artigianali, momenti convivali di aggregazione diurni e serali, momenti formativi.

MyLab, i laboratori dei pensionari

Infine «MyLab»: laboratori tenuti da pensionati attraverso i quali «trasmettere competenze e favorire il dialogo intergenerazionale». «Quando abbiamo aperto il Centro Bandallegra - spiega ancora l’educatrice - non c’erano strutture d’accoglienza per bambini con disabilità. Qui sono stati seguiti e inseriti in attività insieme a coetanei normodotati da subito. Nel tempo siamo cresciuti. L’idea di fondo è che i nostri servizi devono essere molto flessibili, si modellano sui bisogni delle famiglie e dei bambini. C’è chi viene due-tre volte alla settimana, chi si ferma per pranzo, chi arriva dopo». Il centro Bandallegra ha una nuova sede «realizzata grazie alle offerte della gente e all’aiuto di cooperative sociali nate dalla nostra realtà».

Nella piazza della Gentilezza anche un campo da calcetto

Nella piazza troveranno posto un campo da calcetto, ma anche un grande gazebo per i laboratori: «Con la pandemia abbiamo dovuto riorganizzare gli spazi in zone sicure e, certo, è tutto un po’ più complicato. Ma quel che conta è che neanche questo ci ha fermato».

Info: dona.perildono.it/piazza-della-gentilezza

Top