logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
95

PERCHÈ I RELIGIOSI STANNO SCOMPARENDO?

di Gaetano Piccolo
da www.famigliacristiana.it
@Riproduzione Riservata del 13 luglio 2023

È urgente che la Chiesa affronti un percorso di rinnovamento della vita consacrata.-

Ho ascoltato di recente le comprensibili lamentele e il dispiacere di alcune famiglie dopo aver saputo che le suore presenti nel loro paese da diversi anni sarebbero presto andate via. È stata l’occasione per riflettere insieme sulla situazione più generale della vita consacrata e di conseguenza anche sulla mancanza di vocazioni.

Devo ammettere che, frequentando diverse congregazioni religiose per l’accompagnamento spirituale o per momenti di formazione, ho l’impressione che in alcuni casi sia mancato il coraggio e la lungimiranza per un rinnovamento che permettesse di adattare il carisma e lo stile di vita ai tempi attuali.

In alcuni casi lo stile di vita è rimasto molte volte quello del tempo della fondatrice o del fondatore, peccato che quei tempi erano gli anni Cinquanta o addirittura il secolo passato! Proprio questa mancanza di rinnovamento rischia di essere un tradimento del carisma iniziale, perché i fondatori hanno cominciato la loro opera per rispondere alle esigenze del loro tempo, in genere sono state persone che hanno letto i bisogni della loro epoca e hanno cercato una risposta adeguata

.Le loro figlie o i loro figli oggi non si pongono più quell’interrogativo, sono impegnati a custodire l’esistente e forse non hanno più l’audacia e l’intraprendenza degli inizi.A ciò si aggiunge che gran parte delle congregazioni religiose sono ormai formate da membri che vengono da altri contesti culturali, a volte molto lontani da quelli del fondatore, e pertanto fanno fatica a comprenderne fino in fondo il significato.

Queste condizioni ricadono ovviamente sulla questione delle vocazioni, perché è difficile pensare che una giovane o un giovane oggi possa desiderare di realizzare la propria vita dentro contesti anacronistici e bloccati da questioni che non hanno molto a che fare con la vita spirituale. Molte di queste congregazioni non hanno le risorse o gli strumenti per intraprendere un cammino di rinnovamento.

Sarebbe perciò auspicabile che ci fosse un movimento più ampio a livello ecclesiale per affrontare un percorso di rinnovamento della vita consacrata, riconoscendo in essa un dono prezioso che lo Spirito ha fatto alla Chiesa.

Top