logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
4

Nausea in gravidanza: l’origine non è psicologica

di Silvia FinazzSilvia Finazzi
da www.bimbisaniebelli.it
@Riproduzione Riservata del 17 febbraio 2021
All’origine della nausea in gravidanza non ci sarebbero cause psicologiche bensì biologiche, legate alle prima fasi di sviluppo del feto. Ecco che cosa si è scoperto.-
È uno dei disturbi  più comuni della gravidanza: sono moltissime le future mamme che soffrono di quella terribile sensazione di nausea che prende la bocca dello stomaco e che non di rado porta al vomito, soprattutto nei primi mesi. A differenza di quanto hanno sempre pensato in molti, l’origine della nausea in gravidanza potrebbe essere non psicologica bensì biologica. A dirlo anche un nuovo studio condotto da un’equipe di ricercatori britannici, dell’Università di Warwick, e pubblicata su BMC Pregnancy and Childbirth.
Nausea in gravidanza: l’origine non è psicologica

Uno studio inglese

La ricerca ha coinvolto 256 donne che stavano cercando di avere un bambino. A tutte è stato chiesto di tenere un diario giornaliero, in cui annotare eventuali malesseri e disturbi avvertiti, oltre che le abitudini alimentari e di vita. Lo scopo era capire se la nausea e il vomito comparissero con più frequenza in determinate situazioni oppure no.

I sintomi compaiono prima del previsto

Analizzando i dati raccolti, gli studiosi hanno notato che la nausea era effettivamente più comune in un preciso periodo, ossia nei primissimi giorni di gravidanza. Più precisamente, tendeva a comparire 11-20 giorni dopo l’ovulazione: un po’ in anticipo, dunque, rispetto a quanto si è sempre creduto. Secondo gli esperti, il fatto che esista una finestra temporale precisa nella quale i sintomi si manifestano indica che alla base degli stessi potrebbero esserci delle cause biochimiche e/o anatomiche.

Le cause sono complesse

Gli autori hanno concluso che esiste più di una ragione per credere che nausea in gravidanza e il vomito del primo trimestre siano scatenati da cause biologiche e non siano legati a motivazioni psicoemotive. “In passato, le donne che soffrivano di nausea in gravidanza e vomito hanno visto i loro sintomi banalizzati e trascurati perché si pensava ci fosse una base psicologica. Questa ricerca rafforza ulteriormente il fatto che nulla potrebbe essere più lontano dalla verità, che questo è un problema biologico legato alle prime fasi di sviluppo del feto” hanno spiegato.

Da sapere!

Nella maggior parte dei casi, la nausea  in gravidanza tende a scomparire dopo il primo trimestre. Tuttavia, in alcuni casi i sintomi possono continuare più a lungo, anche per tutti i nove mesi: in questo caso, è probabile che la donna soffra di iperemesi gravidica.

Top