logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
19

Milano: Al Teatro Nuovo una mostra su Banksy con 60 opere d'arte e più di 30 murales a grandezza naturale fino al 31 ottobre 2021

da www.milanotoday.it
@Riproduzione Riservata

DOVE Teatro Nuovo Piazza San Babila

QUANDO fino al  31/10/2021

Mercoledì - venerdì: 12-20;

sabato, domenica e festivi: 10-20

PREZZO Biglietto open (a data libera)

infrasettimanale: 14,50 euro

Sabato e domenica: biglietto open (a data libera) sabato, domenica e festivi: 16,50 euro

Il Teatro Nuovo di Milano, fino al 31 ottobre, ospita l’artista “sconosciuto” più famoso al mondo, Banksy, con la mostra Banksy The World of Banksy - The Immersive Experience.

La mostra

La mostra si apre con un percorso espositivo di oltre 60 splendide opere d'arte di proprietà privata in versione stampata e più di 30 murales a grandezza naturale dell'artista più misterioso di tutti i tempi che ha conquistato il pubblico con ironia, denuncia, politica, intelligenza e protesta.

Banksy, artista e writer inglese, attivo dagli anni '90, ha rapidamente creato il suo mito con il suo stile provocatorio e la sua incessante ricerca dell'invisibilità. La sua fama non è dovuta solo all’arte, ma anche alla sua identità che, nonostante il successo, continua a rimanere ignota. Nel corso degli anni, Banksy è diventato il più famoso artista di graffiti al mondo, trasformando le strade di tutto il mondo da Londra a New York, da Berlino a Timbuctù, da Gaza a Tokyo, in tele giganti.

Da allora, il suo lavoro è sempre stato al centro di controversie: criticare la società, i politici, il consumismo e persino il mondo dell'arte con forti messaggi anticapitalisti, contro la guerra e antiautoritari. Nel 2010, insieme a nomi come Obama e Lady Gaga, è stato descritto dal Times Magazine come una delle prime 100 persone influenti al mondo. Probabilmente era l'unica persona anonima ad essere presente in quella lista.

Un rapporto complicato

Il suo rapporto con il mercato dell'arte - oggi più che mai - è complicato. Sosterrà che esegue arte per strada per evitare gli eccessi del sistema guidati dal mercato e che il mercato dell'arte servirà sempre per ultimo gli interessi dell’artista. Sebbene abbia mostrato più o meno costantemente una posizione contro la mercificazione dell'arte, di recente i suoi lavori hanno trovato acquirenti a prezzi record in molte aste.

Dopo le edizioni di successo di Parigi, Barcellona e Praga, la mostra riunisce opere di proprietà privata e riproduzioni di murales realizzate da giovani artisti anonimi di tutta Europa. Fornisce inoltre ai visitatori un'esperienza senza precedenti e coinvolgente che nel cuore del Teatro Nuovo fa rivivere l'atmosfera di strada. 

Top