logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
76

Manovra 2024: congedo parentale, Carta spesa, nido, sgravi donne. Il pacchetto Famiglia

di Paolo Ballanti

da www.leggioggi.it
@Riproduzione Riservata del 23 ottobre 2023

Il disegno di legge di bilancio 2024 ha tra i suoi obiettivi la famiglia con particolare attenzione all’incentivo alla natalità. A confermarlo il premier Giorgia Meloni nel corso della conferenza stampa di presentazione della Manovra 2024.

In particolare, oltre ad una serie di provvedimenti “dello scorso anno che confermiamo” come il mese di congedo parentale retribuito all’80%, le misure dell’esecutivo si riassumono nel concetto descritto dal premier che “una donna che mette al mondo almeno due figli, in una realtà nella quale noi abbiamo disperato bisogno di invertire i dati sulla demografia, ha già offerto un importante contributo alla società”.

Di conseguenza, lo Stato, ancora Meloni, cerca di “compensare pagando i contributi previdenziali, facendo una cosa che non solo aiuta anche in termini di riconoscimento pensionistico, ma che aiuta a smontare il racconto per il quale favorire la natalità è un disincentivo al lavoro delle donne”.

Il riferimento del premier è allo sgravio sui contributi previdenziali ed assistenziali a carico dei lavoratori che, nel DDL, viene riconosciuto al 100% a beneficio delle donne con:

  • 2 figli, per un anno, fino all’età di dieci anni del più piccolo;
  • 3 figli, a tempo indeterminato, fino all’età di diciotto anni del più piccolo.

Analizziamo ora in dettaglio le principali misure per le famiglie contenute nel disegno di legge di bilancio 2024.

Indice

Manovra 2024: bonus asilo nido

L’obiettivo del governo di favorire la natalità si traduce innanzitutto nel rafforzamento del bonus asili nido. Come riporta il comunicato stampa diffuso sul portale “governo.it” si aumenta il fondo a finanziamento della misura in parola di “oltre 150 milioni di euro” (Meloni in conferenza stampa ha parlato di “150 – 180 milioni di euro”).

Il bonus sarà lo strumento per raggiungere l’obiettivo dichiarato dal premier di rendere l’asilo nido gratuito per il secondo figlio.

Manovra 2024: potenziamento congedo parentale

Continuano nella Manovra 2024 le modifiche all’impianto del congedo parentale, introducendo ulteriori deroghe all’indennità Inps pari al 30%.
Oltre alla conferma anche per l’anno a venire del mese di congedo all’80% “con questa Legge di Bilancio aggiungiamo un ulteriore mese utilizzabile fino a sei anni di vita del bambino” retribuito “al 60%” (conferenza stampa, intervento Meloni).

I restanti mesi di congedo retribuito saranno, come noto, economicamente coperti dall’Inps con indennità pari al 30%.

E’ utile ricordare che il mese di congedo all’80% è figlio della Legge 29 dicembre 2022 numero 197 (Manovra 2023) e spetta ai lavoratori che terminano il periodo di congedo di maternità o di paternità dopo il 31 dicembre 2022.

Nei confronti di questi ultimi l’indennità è elevata, in alternativa tra i genitori, all’80% della retribuzione, per una mensilità da fruire entro il sesto anno di vita del bambino, ovvero entro sei anni dall’ingresso in famiglia in caso di adozione o affidamento.

Manovra 2024: carta spesa Dedicata a te 2024

Grazie all’impegno di 600 milioni di euro, il disegno di legge di bilancio conferma per il 2024 la Carta Dedicata a Te, strumento destinato a finanziare l’acquisto di beni di prima necessità da parte dei soggetti con Isee pari o inferiore a 15 mila euro.

Il sussidio in parola spetta in misura pari a 382,50 euro complessivi, erogati attraverso una carta elettronica di pagamento nominativa, rilasciata da Poste Italiane, a seguito di apposita comunicazione del Comune. >> Il Video per capire come funziona.

Da notare che i beni acquistabili con la Carta Dedicata a Te sono quelli indicati nell’allegato 1 al Decreto interministeriale MASAF – MEF del 19 aprile 2023 numero 210841, nello specifico:

  • Carni suine, bovine, avicole, ovine, caprine, cunicole;
  • Pescato fresco;
  • Latte e suoi derivati;
  • Uova;
  • Oli d’oliva e di semi;
  • Prodotti della panetteria (ordinaria e fine), della pasticceria e della biscotteria;
  • Paste alimentari;
  • Riso, orzo, farro, avena, malto, mais e qualunque altro cereale;
  • Farine di cereali;
  • Ortaggi freschi, lavorati;
  • Pomodori pelati e conserve di pomodori;
  • Legumi;
  • Semi e frutti oleosi;
  • Frutta di qualunque tipologia;
  • Alimenti per bambini e per la prima infanzia (incluso latte di formula);
  • Lieviti naturali;
  • Miele naturale;
  • Zuccheri;
  • Cacao in polvere;
  • Cioccolato;
  • Acque minerali;
  • Aceto di vino;
  • Caffè, tè, camomilla.

Manovra 2024: sconto Canone Rai

Sempre in tema di aiuti alle famiglie la Manovra 2024 prevede la diminuzione del canone Rai da 90 a 70 euro all’anno (comunicato stampa su governo.it).

Per rimpinguare le casse della tv di Stato alla luce delle minori entrate, afferma sempre la nota dell’esecutivo, è prevista “un’integrazione del finanziamento della Rai per le spese relative agli investimenti”.

Il caro energia nella Manovra 2024

Il disegno di legge di bilancio non dimentica una delle maggiori preoccupazioni degli italiani nel 2022/2023, dall’inizio della guerra in Ucraina in poi. Stiamo parlando del caro energia.

Sotto questo aspetto la Manovra 2024 impegna risorse per “il rifinanziamento del contributo straordinario per il caro energia e il bonus elettricità (200 milioni di euro) per sostenere le fasce più deboli della popolazione nel primo trimestre dell’anno prossimo”.

Top