logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
32

Le abbuffate alcoliche possono ridurre il volume testicolare con conseguenze sulla salute sessuale dei ragazzi. Ecco perché

di Luciana Pellegrino
da www.bimbisaniebelli.it
@Riproduzione Riservata del 06 settembre 2019

Troppi alcolici e testicoli più piccoli, trovato il legame. L’abuso di alcol può infatti provocare una riduzione del volume dei testicoli, con ripercussioni sul benessere sessuale maschile. È quanto emerge da uno studio italiano condotto su più di 10.000 ragazzi e pubblicato anche sulla rivista scientifica Andrology.

14% dei ragazzi con volume testicolare ridotto

I ricercatori hanno esaminato le risposte del sondaggio  cui hanno partecipato gli studenti italiani di scuola superiore. Dagli esiti del test si è scoperto che il 2,3% era obeso, il 3% era sottopeso e il 16,6% era in sovrappeso. Sei ragazzi su 10 erano attivi sessualmente e il 48% praticava sesso non protetto. L’11,6% dei ragazzi era stato già curato per problemi andrologici, in particolare per varicocele (27%), riduzione del volume dei testicoli (14%), fimosi (7%), eiaculazione precoce (5%) e infezioni trasmesse sessualmente (4,7%).

Più alcol, più infertilità maschile

Dallo studio è emerso anche che l’abuso di alcol, soprattutto il binge drinking, ovvero le abbuffate alcoliche consumate in breve tempo, sia strettamente correlato con la riduzione dei testicoli nei ragazzi italiani. Daniele Gianfrilli, primo autore dello studio, spiega che la grandezza dei testicoli indica la salute riproduttiva dell’uomo, mentre testicoli più piccoli sono associati a una scarsa produzione di spermatozoi. Da ciò si evince l’importanza della prevenzione della salute andrologica già nella fase adolescenziale.

I danni dell’abuso di alcol

L’alcol è una sostanza tossica e cancerogena con la capacità di indurre dipendenza: non è un nutriente e non è utile per le funzioni del nostro organismo. L’abuso di alcol è inoltre il secondo fattore di rischio di malattie e per morte prematura dopo il tabacco.  Tra le patologie correlate al consumo eccessivo di alcol rientrano: cirrosi epatica, tumori maligni e benigni, pancreatite, demenza, disfunzioni sessuali, epilessia, ansia e depressione.

Da sapere!

Il binge drinking, letteralmente “abbuffata alcolica”, è una delle mode più pericolose scoppiate tra i giovani che consiste nel mischiare almeno 6 bevande alcoliche e consumarle in brevissimo tempo fino all’ubriacatura.

Top