logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
55

È vero che i bambini che conoscono più parole vanno meglio a scuola?

di Alberta Mascherpa, Laureata in Pedagogia

da www.bimbisaniebelli.t
@Riproduzione Riservata del 12 ottobre 2022

Una ricerca ha dimostrato che i bambini in età prescolare con un vocabolario ampio avranno più chance a scuola. Ecco perché è importante stimolare il loro linguaggio.-

mbini a scuolaPiù parole sanno in età prescolare, e meglio i bambini andranno a scuola. È questa la conclusione di una ricerca della Ohio State University, pubblicata su Early Education and Development, che sottolinea ancora una volta il ruolo strategico del dialogo e della lettura  nello sviluppo dei piccoli.

Perché il linguaggio è importante?

Il numero di parole che il bambino produce è uno degli indicatori più importanti per valutare lo sviluppo del linguaggio. A 18 mesi il bambino dovrebbe produrre almeno 15 parole e a 24 mesi almeno 50 parole. Attenzione però che spesso i genitori tendono a considerare “parole” solo quelle prodotte in modo corretto, ma in realtà bisogna considerare come parole qualsiasi produzione verbale che il bambino emetta in modo stabile e spontaneo (non su ripetizione) e che utilizzi in modo funzionale, cioè attribuendole un significato ben preciso.

Perché è utile che i bambini sappiano molte parole?

I bambini in età prescolare con un vocabolario più ampio, oltre che con buona capacità di attenzione, ottengono risultati migliori in classe. Lo ha rilevato una ricerca della Ohio State University, pubblicata su Early Education and Development.

Lo studio ha analizzato 900 bambini di quattro anni provenienti da otto stati degli Stati Uniti, evidenziando come la capacità di un bimbo di interagire con insegnanti e coetanei sia influenzata dalla gamma di parole che conosce. I risultati mostrano anche che è più probabile che i bambini piccoli vengano coinvolti nei compiti in classe se hanno imparato a regolare comportamenti inappropriati e ridurre i momenti di distrazione. Per quanto riguarda il vocabolario ai bimbi è stato chiesto di nominare degli oggetti rappresentati in alcune immagini. I risultati hanno mostrato che i bambini con competenze lessicali più forti all’inizio dell’anno prescolare hanno mostrato un coinvolgimento positivo sia con i loro insegnanti che con i loro coetanei.

In sintesi

Come aiutare i bambini a sviluppare il linguaggio?

Il modo più efficace perché i bambini apprendano molte parole è farlo giocando. Durante qualsiasi momento di gioco è importante dare enfasi al linguaggio usando toni di voce diversi e una mimica variabile. Importante introdurre sempre parole nuove: fino a quattro anni è bene usare frasi semplici che possono diventare più complesse dai cinque anni in su.

Serve leggere per ampliare il vocabolario del bambino?

Sicuramente. Attraverso la lettura il bambino ha la possibilità non solo di conoscere nuovi mondi e nuove storie ma anche nuove parole. Leggere inoltre stimola l’immaginazione e la curiosità e ha un impatto positivo sulla crescita.

Top