logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
76

Diocesi di Tortona: Riprende l’Adorazione Eucaristica nella nostra cattedrale

da www.diocesitortona.it

@Riproduzione Riservata del 20 settembre 2023

Da lunedì 2 ottobre.
Tutti siamo chiamati a partecipare e a trovare il tempo per Lui

TORTONA - Santa Teresa Benedetta della Croce racconta di aver notato, prima ancora di ricevere il battesimo, nella cattedrale di Francoforte, dove era entrata per caso ad attendere un’amica, una donna con un cestino della spesa fermarsi a pregare davanti al tabernacolo. Rifletté al riguardo anni dopo: “Per me era una cosa completamente nuova. Nelle sinagoghe e nelle chiese protestanti che avevo visitato, la gente andava semplicemente ai servizi religiosi comunitari. Negli altri momenti della giornata i luoghi di culto restano chiusi. Nessuno vi entra per una preghiera. Qui, invece, vedevo una persona che veniva direttamente dal mercato in quella chiesa vuota, come se stesse andando a trovare un amico per avere con lui una conversazione intima.
È qualcosa che non ho mai dimenticato”. Santa Teresa Benedetta, una volta diventata cattolica, affermò senza alcun dubbio che quello era uno dei segni che il Signore le inviava per farle conoscere la Presenza all’interno della Chiesa (come nell’antico tempio di Gerusalemme) e quella donna, nella sua semplicità, l’aveva intuita e andava, come si va a trovare un amico, perché sapeva che “Qualcuno viveva nella cattedrale”.

Così a Tortona. Chi nello scorso Anno Pastorale fosse entrato in cattedrale al mattino, avrebbe visto una luce particolare sulla mensa, alcuni fedeli distribuiti qua e là in un silenzio orante, ma soprattutto avrebbe percepito una Presenza particolare, viva e visibile: nell’ostensorio (nuovo Santo dei Santi), fra ceri ardenti, era possibile adorare il Signore, presente nel Santissimo Sacramento “aspettando, chiamando ed accogliendo tutti coloro che vengono a visitarlo”, come dice l’antica preghiera di Sant’Alfonso.

Era l’adorazione quotidiana e continuata dalle 8.30 alle 12.00 quando, dopo la recita dell’Angelus e la lettura di un pensiero spirituale, veniva impartita la benedizione eucaristica (il giovedì l’adorazione occupava tutta la giornata fino alle 20).
Squadra vincente non cambia. Perché allora non riproporla anche per quest’anno? L’iniziativa, fortemente voluta da Mons. Guido Marini fin dall’inizio del suo arrivo a Tortona, riprenderà nuovamente il prossimo lunedì 2 ottobre, al termine della Messa delle ore 8.

Tutta la comunità diocesana, presbiteri, religiosi e religiose, fedeli delle parrocchie, dei gruppi, movimenti e associazioni sono invitati a partecipare, segnalando la propria presenza e disponibilità a donare un’ora di adorazione a Luisa Iotti o al sottoscritto, per garantire ordinatamente una copertura dei tempi di esposizione; ma anche regalando un momento della nostra giornata, non aspettando di essere liberi ma “liberandoci” dagli impegni quotidiani per lasciarci portare da Lui, sul monte delle sua preghiera, come ci ricorda l’episodio della Trasfigurazione del Signore.

L’adorazione, infatti, è proprio questo: lasciarsi condurre da Lui sul monte della sua preghiera, per “contemplarlo nella sua gloria” di Signore vivo e Risorto, Dio con noi, fino alla fine del mondo, secondo la sua promessa.
Il contenuto più autentico della nostra preghiera sarà quello di “metterci d’accordo per chiedere al Padre” una grande grazia: quella delle vocazioni al ministero presbiterale; eleviamo una sola grande preghiera attorno alla fonte prima e fondamentale della comunione che è l’Eucarestia; essa infatti è “fonte e apice di tutta la vita cristiana” (LG 11).
Vorremmo che davvero sia una sorta di “statio” a cui siamo tutti chiamati poiché “la Chiesa e il mondo hanno grande bisogno dell’Eucaristia e del culto eucaristico.
Gesù ci aspetta in questo sacramento dell’amore. Non risparmiamo il nostro tempo per andare a incontrarlo nell’adorazione, nella contemplazione piena di fede e pronta a riparare le grandi colpe e i delitti del mondo.

Non cessi mai la nostra adorazione” (Giovanni Paolo II, Lettera Dominicæ cenæ, 3). Perché “qualcuno vive in cattedrale”.
È stata organizzata anche la disponibilità di un congruo numero di presbiteri per la celebrazione del Sacramento della Penitenza offrendo così a tutti la possibilità di sperimentare la misericordia di Dio nella riconciliazione sacramentale.

Gli orari: l’Adorazione Eucaristica si terrà in cattedrale a Tortona il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 12. Il giovedì dalle 8.30 alle 20.

don Claudio Baldi

Top