logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
54

Da una baby radio a Rodari per telefono. Così si intrattengono i bambini

di Alessia Altavilla

da www.bambinopoli.it

@Riproduzione Riservata del 22 marzo 2020

L'intrattenimento dei più piccoli è uno degli argomenti più comuni in questo momento tra i genitori chiusi tra 4 mura con bambini da tenere occupati e far giocare.

Il divieto, di fatto, di uscire di casa sta mettendo a dura prova le famiglie che probabilmente per la prima volta nella loro vita si trovano a dover fare i conti con i bimbi h24, per un tempo indeterminato, senza la possibilità di uscire, trovare valvole di sfogo, in molti casi affidarsi a nonni e baby sitter.
Che fare, dunque? Già nei giorni scorsi vi abbiamo segnalato alcune iniziative rivolte ai più piccini per occuparli durante queste lunghe e vuote ore libere.
Proseguiamo, questa settimana, nel racconto, con due segnalazioni molto originali e alla portata di chiunque.

RADIO MICRO - LA BABY RADIO AL TEMPO DEL CORONAVIRUS
www.radiorogna.it

Margherita ha 9 anni. Come tutti i bambini della sua età, ormai da qualche tempo, non va a scuola. Il papà di Margherita è un artista, gestisce un laboratorio (anzi, un Lavoratorio) creativo e si occupa, ormai da qualche anno, di radio. Radiorogna è l'emittente web da cui intrattiene il suo pubblico e con cui si è fatto conoscere. Per lo meno nella zona di Spezia.
Margherita e il suo papà hanno avuto un'idea: e se dedicassimo qualche ora ai bambini con un programma ad hoc tenuto da loro. Voilà! Radiorogna si fa piccola e Marge e il suo papà entrano nelle case dei bimbi portando tante canzoni (ovviamente quelle che i bambini di oggi ascoltano e amano), allegria, chiacchiere e un'oretta di sano intrattenimento.
Margherita al microfono è sveglia e spigliata. I due insieme funzionano molto bene. Il piccolo pubblico ascolta e si diverte. I bimbi possono mandare frasi, pensieri, richieste... Magari non si può accontentare tutti, ma Marghe e il suo papà ci provano.
La radio dei bambini si può ascoltare da tutto il mondo tutti i lunedì, mercoledì e venerdì a partire dalle 17.15 e per circa un'oretta.

LE FAVOLE AL TELEFONO... AL TELEFONO
Maggiori informazioni

Gianni Rodari senz'altro avrebbe apprezzato questa iniziativa completamente gratuita che punta a coinvolgere i più piccoli in una lettura delle fiabe di Rodari un po' fuori dai soliti schemi.

Favole al telefono... al telefono, infatti, nasce in questi giorni di quarantena per intrattenere i bambini impossibilitati ad andare al cinema e a teatro e costretti dagli eventi a rimanere chiusi in casa da un'idea di Campsirago Residenza.

Una lettura interattiva, interpretata al telefono da un attore o un’attrice, proprio come nel libro di Rodari. Il telefono squilla e dall’altra parte della cornetta c’è per davvero quel ragionier Bianchi di Varese che Rodari immagina chiamare la sua bambina tutte le sere per raccontarle una storia. Interagendo al telefono con l’attrice/attore i piccoli giocano, scelgono, tra le storie che il ragionier Bianchi propone, quelle che vogliono ascoltare e trasformano insieme all’attrice o attore le favole di Rodari attraverso un gioco ispirato alla Grammatica della fantasia. Alla fine, se lo vorranno, i bambini potranno poi, insieme ai loro genitori e nonni, inventare altre storie, scriverle a mano e inviarle per posta al Ragionier Bianchi presso Campsirago Residenza.

Per partecipare è sufficiente scrivere all'Associazione (trovate l'indirizzo sul sito) riferendo il proprio numero di telefono e il momento della giornata migliore per essere contattati. Sarete, quindi, chiamati per fissare i dettagli e poi potrete far al vostro bimbo annoiato 20 minuti di puro divertimento.

Top