logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
25

CSVnet LOMBARDIA: Ripartire in sicurezza con attività di volontario e di enti non profit nella Fase 2 in Lombardia

CSV Lombardia

da www.csvlombardia.it

@Riproduzione Riservata del 16 giugno 2020

Aggiornato al 15 giugno 2020

Nel primo trimestre del 2020, l’insorgere della prima pandemia globale ha determinato la necessità di un repentino adattamento socio-organizzativo.

Ripartire in sicurezza con attività di volontario e di enti non profit nella Fase 2 in Lombardia

Lo smarrimento iniziale dovuto alle molte incognite di questa nuova minaccia ha portato Governo ed Enti preposti ad una proliferazione normativa nella quale, per l’esigenza di fornire tempestivamente regole ed indicazioni, si sono susseguiti decreti, protocolli condivisi e linee guida di fonti autorevoli.

Con il presente contributo CSVnet Lombardia, con la collaborazione e la consulenza di SicurOn, prova a fornire un’ulteriore sintesi di supporto (in aggiunta e coerentemente alla tabella Aggiornamenti sulle attività di volontario e degli enti non profit nella Fase 2 in Lombardia), rivolta specificamente agli enti che operano nel campo del volontariato nel territorio lombardo.

Lo scopo è quello di fornire alcuni principi generali relativi alle misure di adeguamento da adottare, riportando l’attenzione sull’obiettivo primario da perseguire che è la tutela della salute e della sicurezza delle persone, siano essi lavoratori, volontari, utenti o clienti.

Nel contempo proviamo a declinare soluzioni corrispondenti alle condizioni e alle caratteristiche tipiche del mondo del volontariato, che saranno comunque oggetto di aggiornamento con il susseguirsi delle indicazioni del Governo e della Regione Lombardia.

È opportuno anche evidenziare che si sta raggiungendo una certa “stabilità” di disposizioni che ci aiutano a individuare alcuni punti fermi di carattere generale rispetto alla riattivazione e all’esercizio delle nostre attività.

Consapevoli che le normative di seguito riassunte comporteranno un ulteriore sforzo organizzativo da parte degli enti non profit, nonché spese necessarie all’adeguamento ed equipaggiamento di volontari, sedi e attrezzature, segnaliamo i molteplici interventi di sostegno anche nei confronti di enti del terzo settore previsti dal “Decreto Rilancio” (Dl 34/2020).

Top