logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
11

Compleanno in quarantena

di Alessia Altavilla
da www.bambinopoli.it
@Riproduzione Riservata del 26 gennaio 2022

Dati i tempi, non è così raro che il bambino si ritrovi in DAD e in quarantena il giorno del suo compleanno. Come rallegrargli comunque la giornata e non farlo sentire solo?

Auguri di buon compleanno: le migliori 50 frasi - Il Faro Blu

Dati i tempi che corrono, l'altissima percentuale di bambini malati di Covid o in quarantena a causa del Covid, non sono pochi i piccoli che in queste settimane si ritrovano a festeggiare il loro compleanno da soli, chiusi in casa e senza possibilità di avere contatti fisici con amici e compagni.

Può anche essere che la festa fosse già stata organizzata da tempo, che i biglietti di invito fossero già stati distribuiti, i pasticcini e la torta ordinati. All'ultimo, però, è arrivata la notizia di un bimbo positivo in classe. L'esito positivo del tampone. I primi sintomi dell'influenza.
Che fare, dunque, in questi casi, per rendere comunque speciale il giorno del compeanno del bambino, anche se chiuso in casa? 

SE IL BAMBINO È MALATO

Se il piccolo sta male, ha la febbre, mal di testa o mal di gola, è probabile non abbia nemmeno troppa voglia di festeggiare.
In questi casi, vale la pena assecondare le sue richieste e non forzarlo a fare nulla che non abbia voglia di fare. Rimandare qualsiasi forma di festeggiamento è probabilmente la scelta migliore. Disdite, quindi, torta e pasticcini e lasciate che il bambino si riposi tranquillo a letto prendendovi cura di lui come avreste fatto comunque. Quando sarà guarito, potrete riprogrammare la festa così come l'avevate immaginata.

SE IL BAMBINO È IN QUARANTENA

Per i bambini in quarantena la questione è diversa.
La maggior parte di loro sono chiusi in casa, ma stanno bene. Sono vispi, hanno voglia di correre e giocare, vorrebbero rivedere i loro compagni. Che fare, dunque, in questi casi?
Festeggiare comunque, ma a porte chiuse.
Se, perciò, avevate prenotato la torta, richiesto l'intervento di un animatore, invitato i compagni di scuola e gli amichetti, non rimandate tutto. Semplicemente, se possibile, trasferite online quello che era stato previsto in presenza.
Anche l'animatore, se è in gamba, sarà in grado di intrattenere gli invitati, sebbene in modo diverso, collegato tramite Zoom o Meet.
Sempre online, fate spegnere le candeline al festeggiato e scartate i regali.

Una volta terminata la festa virtuale, organizzate una serata diversa in famiglia. Cercate di capire cosa piacerebbe fare al bimbo e accontentatelo: una cena speciale (anche a base di junk food), la visione di un film fino a tardi (tanto è probabile che il giorno dopo non debba svegliarsi prestissimo per andare a scuola essendo in DAD), dei giochi in famiglia.

L'obiettivo è comunque regalare al piccolo festeggiato una giornata speciale. Diversa da quella degli altri compleanni, ma comunque da ricordare e raccontare ai figli e ai nipoti quando sarà grande.

Top