logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
32

Christian, primo bebè nato a Capri dopo due anni e mezzo

di Claudia Cutuogno

Si torna a partorire nell’ospedale Capilupi. Dal 2017 mamme soltanto in trasferta.-

Fiocco azzurro al Capilupi, sull’Isola azzurra torna la cicogna. Dopo due anni e mezzo di nascite zero, ieri mattina è arrivato Christian, un pupo di 3 chili e più che ha ridato le speranze alla comunità isolana. Era dal 2017, infatti, che per la chiusura «di fatto» del punto nascite, le mamme capresi erano costrette a trasferirsi sulla terraferma per dare alla luce i loro pargoli. Così sull’isola non venivano più al mondo bambini. A diffondere la buona notizia è stato il dottor Paolo Falco, consigliere comunale che da anni lotta per garantire ai capresi i livelli minimi di assistenza sanitaria e risollevare le sorti dell’unico ospedale caprese in perenne emergenza.
Tra questi il punto-nascite che, escluso dal piano ospedaliero regionale, resta in vita in deroga in caso di condizioni meteorologiche avverse, cioè quando non è possibile trasferire una partoriente sulla terraferma e, comunque, soltanto in caso di emergenza. Resta in piedi un protocollo d’intesa tra Regione e Ancia per salvare gli ospedali delle isole e riconoscere le località disagiate per territorio e numeri ma non basta. Nel 2017 al Capilupi nacquero appena 3 bambini — mai così pochi — poi il buio totale fino ad oggi con l’arrivo di Christian, il primo nato a Capri del 2019 con parto naturale a termine. Emozionati i genitori, Teresa e Giovanni, due giovani anacapresi, che, qualche ora dopo, hanno voluto ringraziare l’equipe che ha reso possibile la nascita del loro primogenito. «Vogliamo ringraziare il ginecologo Luigi Ascione, le ostetriche Rosaria Attruia e Rosaria Schettino, la pediatra Ivana Corsi e l’infermiera di sala Gina Tortora. Il nostro auspicio è che dopo Christian anche altri bambini possano venire alla luce qui a Capri». Soddisfatto anche il neosindaco Marino Lembo: «E’ un buon segnale e lavoreremo perché il nostro diritto di nascere a Capri sia tutelato e quello di oggi non resti un fatto isolato».
da www.corriere.it
@Riproduzione Riservata del 05 giugno 2019

Top