logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
8

Arrivano assegni regionali da 300 e 500 euro mensili per figli maggiorenni presentando domanda entro la scadenza

da www.proiezionidiborsa.it
@Riproduzione Riservata del 07 gennaio 2022

Il mercato del lavoro odierno richiede sempre più spesso conoscenze e competenze che si acquisiscono solo attraverso una formazione specifica. Per tale ragione cresce in maniera esponenziale il numero di giovani che frequenta corsi universitari, di formazione e di specializzazione specifici.

In quest’ottica, anche la formazione sul campo acquisisce una rilevanza fondamentale. Per partecipare ai costi di formazione che le famiglie devono sostenere alcune Regioni mettono a disposizione dei finanziamenti in favore dell’anno in corso. Arrivano assegni regionali da 300 e 500 euro mensili per figli maggiorenni presentando domanda entro la scadenza. Ecco qual è la Regione italiana che ha un bando aperto ai giovani che presentano i requisiti necessari.

Quali aiuti alle famiglie con figli che studiano

I costi che le famiglie devono sostenere al giorno d’oggi sono numerosi e di ampia portata. Spesso, anche il mantenimento di figli ormai adulti grava sul bilancio familiare al punto da richiedere un’oculata gestione delle risorse. Tuttavia, esistono degli aiuti che diversi Enti nazionali o regionali mettono a disposizione per sostenere le spese della famiglia. In un precedente articolo abbiamo difatti spiegato quando l’INPS versa da 150 a 500 euro al mese anche in presenza di figli sopra i 18 anni. Sempre più spesso i giovani oggi accedono a percorsi di studio universitario che forniscono competenze per affrontare molte delle dimensioni lavorative.

In questo caso, il genitore può fruire di alcune detrazioni specifiche che consentono di avere meno aggravi sulle tasse. Difatti, in simili circostanze è possibile richiedere un rimborso IRPEF all’Agenzia delle Entrate da 632 a 3.700 euro. A queste agevolazioni in talune circostanze è possibile associarne altre provenienti dalle Regioni.

Arrivano assegni regionali da 300 e 500 euro mensili per figli maggiorenni presentando domanda entro la scadenza

La Regione Toscana ha deciso di finanziare il bando Giovanisì per promuovere tirocini curriculari retribuiti per l’anno accademico 2021/2022. I soggetti ospitanti possono richiedere un cofinanziamento regionale che aiuti a retribuire i tirocini per giovani studenti che abbiano età compresa tra i 18 e 32 anni. L’importo del cofinanziamento ammonta a 300 euro per ciascuno studente ed raggiunge i 500 euro se il beneficiario è un ragazzo disabile o svantaggiato. In quest’ultimo caso non si prevedono limiti di età.

Possono presentare domanda i soggetti ospitanti che abbiano una convenzione con università toscane, istituti AFAM di Firenze, Pisa o Siena. Per richiedere il beneficio è opportuno consultare integralmente il bando regionale e accertarsi del possesso dei necessari requisiti. La scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il 31 di luglio 2022 e si può presentare istanza entro 15 giorni dalla data di avvio del tirocinio.

Il progetto riceve il finanziamento dalle risorse POR FSE 2014/2020 e vale per tirocini che abbiano validità di almeno 12 CFU o 300 ore. Gli studenti che si potranno includere sono quelli che risultano iscritti all’ultimo anno di laurea triennale o al 1° e 2° anno di laurea magistrale. Lo stesso vale per gli iscritti agli ultimi tre anni di laurea a ciclo unico o a master di I e II livello. Possono rientrare nel ventaglio dei beneficiari anche coloro che frequentano altri corsi del 3° ciclo di formazione universitaria.

Top