logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
19

AL PARCO DI MONZA ORA SI VIAGGIA NEL TEMPO. UN TOUR PER VEDERE COM'ERA AI TEMPI DEGLI ASBURGO, GRAZIE ALLA "REALTÀ AUMENTATA"

da www.famigliacristiana.it
@Riproduzione Riservata del 19 luglio 2022

Ogni sabato una visita guidato che è un vero e proprio tuffo nel passato. Grazie a speciali visori si potranno ammirare la vegetazione, gli edifici e i giardini come furono concepiti alla fine del Settecento.-

ll Parco di Monza come non lo avete mai visto. Grazie alla realtà virtuale, ma non troppo. Si chiama “InReale, Virtual tour nei Giardini Reali di Monza”, e consiste in una serie di “visite immersive” curate da Ad Artem, società impegnata nella didattica e nel turismo culturale, per svelare la bellezza dei Giardini Reali della Villa di Monza. Un percorso di un chilometro immerso nel verde in 12 tappe, da svolgere ogni sabato fino al 15 ottobre.

Si tratta dell’applicazione della cosiddetta “realtà aumentata” attraverso speciali visori. Si potrà godere della natura circostante e fare un vero e proprio viaggio nel tempo alla scoperta di scenari inimmaginabili. Grazie ai visori VR di ultima generazione che il Centro documentazione Residenze Reali lombarde (CdRR) – ideatore e curatore del progetto – metterà a disposizione, si potrà effettuare un salto nel passato attraverso la realtà virtuale. Un vero e proprio viaggio nel tempo alla scoperta di boschetti, labirinti vegetali, grotte, cascate, canali e laghetti che ora non ci sono più ma tornano quasi per magia a materializzarsi davanti agli occhi dei visitatori, accompagnati da una storia affascinante, quella dell’Arciduca, Ferdinando d’Asburgo, che dedica le sue migliori energie per realizzare il meraviglioso giardino della sua residenza estiva. La ricostruzione digitale del giardino degli Asburgo trae origine dal progetto del CdRR “Vedere l’invisibile”, vincitore del Bando indetto da Polihub e Lottomatica nel 2018 e del Bando Per la Cultura 2020 di Fondazione Cariplo. Rendering fotorealistici, panoramici e stereoscopici realizzati da Guido Bazzotti, ne restituiscono lo stato originario: importanti sono le fonti storiche considerate per giungere a questo risultato: dal rilievo dello stato di fatto datato 1791, ai libri di contabilità di cantiere, alla corrispondenza tra i protagonisti.

L’iniziativa è stata realizzata in partenariato con il Consorzio Brianteo Villa Greppi e vede la collaborazione del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, il patrocinio della Provincia di Monza e Brianza e del Comune di Monza. L’intero progetto è stato finanziato da Fondazione Cariplo e sostenuto da Regione Lombardia e Camera di Commercio di Milano. Fattiva è stata la collaborazione dell’Associazione Nazionale Subvedenti. Hanno garantito la buona riuscita del progetto Villa Poggio Salvi, che detiene la proprietà della ricostruzione in 3D, e TeaRose, conosciuta per la sua creatività anche nel flower design e per il suo ispirarsi alla natura e ai suoi cicli di vita.

“InReale, Virtual tour nei Giardini Reali di Monza è un appuntamento di particolare rilevanza perché evidenza ulteriormente il patrimonio monumentale, botanico e storico racchiuso nei Giardini e le grandi potenzialità in materia di valorizzazione di questo prestigioso bene - spiega il neo Presidente del Consorzio della Villa Reale e del Parco di Monza Paolo Pilotto - La ricostruzione degli antichi giardini reali austriaci attraverso le principali fonti ha l’obiettivo fondamentale di attribuire una storicità ‘naturale’ a tutto il complesso. Studiare il passato per applicare nel futuro importanti tecnologie conservative è, infatti, un’operazione fondamentale per recuperare l’interezza di questo splendido ambiente, che vive da secoli sul nostro territorio”.

“Mi auguro che questa proposta innovativa possa ottenere il risultato che merita”, spiega Marina Rosa, Presidente del Centro documentazione Residenze Reali lombarde. “Dietro a questo percorso tra storia e natura ci sono infatti lunghi anni di studio e ricerche. Ciò che i visitatori “vedranno”, guardandosi intorno nelle dodici tappe del percorso, è esattamente quello che la corte asburgica e i suoi ospiti hanno goduto dagli anni ’80 del Settecento sino all’arrivo dell’Armée d’Italie. Nulla è lasciato alla fantasia. Ringrazio quanti hanno contribuito alla buona riuscita del prodotto, unico, al momento, nel suo genere per qualità e offerta”.

“Il gemellaggio simbolico tra i giardini di Villa Reale e il giardino all'italiana di Villa Greppi, grazie al progetto "VEDERE L'INVISIBILE" - aggiunge Marta Comi, Vicepresidente Consorzio Brianteo Villa Greppi - è un ottimo segno di collaborazione territoriale, una rete tra due realtà culturali tese al recupero della storia del nostro territorio e in particolare di due tra i più affascinanti esempi di giardino che oggi, come beni pubblici, sono accessibili a tutti. Avvicinare il pubblico alle meraviglie che la Brianza offre, accompagnarlo nella scoperta e nella conoscenza della storia di questi luoghi, significa costruire quella cittadinanza culturale che spontaneamente si prenderà cura dei nostri beni paesaggistici e culturali."

Il tour è disponibile tutti i sabati su prenotazione. Il costo dei biglietti: intero 17 euro, ridotto 15 euro (under 15, portatori di handicap, over 65)
Prenotazioni: www.inreale.it

Informazioni: T+39 02 65 97 728/ info@inreale.it

Top