logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
16

VOGHERA STRADELLA: Punti nascita. Al momento non chiude quello dell’Ospedale di Stradella. Prevista la riqualificazione funzionale e strutturale di quello dell’ospedale civile di Voghera

VOGHERA STRADELLA – Il Direttore Generale di ASST Pavia, Michele Brait, in relazione al Progetto di riqualificazione dell’Area Materno-Infantile dell’Ospedale Civile di Voghera, nei giorni scorsi ha incontrato il Sindaco di Stradella Piergiorgio Maggi, l’Assessore del Comune di Broni Mariarosa Estini, unitamente ai Capigruppo Consigliari ed ai Consiglieri Regionali Ruggero Invernizzi, Roberto Mura, Simone Verni e Giuseppe Villani.

Spiega l’Asst.”L’incontro è stato la proficua occasione per ribadire l’attenzione della Direzione Aziendale nei confronti dell’Ospedale Unificato di Broni Stradella, attraverso atti concreti e tangibili, previsti dal Piano Organizzativo Strategico Aziendale, che vede la legittimazione del Presidio Ospedaliero, con la previsione della figura del Dirigente Medico di Presidio per il quale è già stato bandito l’Avviso pubblico”.

Altro importante segnale è stata l’attivazione del Servizio MAC presso il Reparto di Riabilitazione Generale Geriatrica.

Quanto all’Ospedale Civile di Voghera, è stata presentata alla Regione Lombardia un’ipotesi di intervento relativo all’Area Materno Infantile, attraverso il quale l’Unità Operativa potrebbe essere oggetto di un’importante azione di ammodernamento strutturale e funzionale.

L’ipotesi relativa all’accorpamento dell’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Unificato di Broni-Stradella e dell’Unità Operativa Complessa Ginecologia ed Ostetricia di Voghera, si riferisce, nello specifico, ad un adeguamento normativo, in applicazione del Decreto Ministeriale del 2 Aprile 2015 n. 70, che impone l’obbligo di un numero di parti pari a 500 /anno, al fine di garantire la permanenza del Punto Nascita.

A tal proposito, Ast fa sapere che “Solo ed esclusivamente, se fosse confermato il trend di riduzione delle nascite in atto e non risultasse più possibile mantenere i due Punti Nascita, l’Azienda vuole essere pronta, attraverso il Progetto presentato in Regione Lombardia, a concentrare l’attività dell’Area Materno Infantile presso il Presidio Ospedaliero di Voghera.”

Asst ha espresso “particolare soddisfazione per gli interventi dei Consiglieri Regionali presenti all’incontro, che hanno manifestato la loro vicinanza all’Azienda, anche attraverso la disponibilità a favorire tutte le azioni possibili, al fine di scongiurare la chiusura del Punto Nascita dell’Ospedale Unificato di Broni-Stradella.”

da www.vogheranews.it

@Riproduzione Riservata del 02 luglio 2018

Top