logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
4

VOGHERA 25/01/2021: Spesa sospesa. Oltre un quintale e mezzo di cibo raccolto al mercato di Campagna Amica

da www.vogheranews.it

@Riproduzione Riservata del 25 gennaio 2021

VOGHERA – Oltre un quintale e mezzo di cibo tra riso, patate, cipolle, mele, formaggi, farina da polenta, legumi, zucche e verdure varie. È quanto raccolto nella sola mattinata di oggi al mercato di Campagna Amica in piazza Duomo a Voghera, dove si è svolta una speciale “spesa sospesa” organizzata dagli agricoltori di Coldiretti Pavia.

Tutti i clienti del mercato potevano fare la spesa normalmente, per poi depositare in un apposito banco i generi alimentari che intendevano donare alle famiglie più bisognose della città. «Avevamo già organizzato iniziative simili ai mercati di Pavia, ma per Voghera era la prima volta – spiega Giacomo Cavanna, Presidente di Agrimercato, l’associazione degli agricoltori di Coldiretti Pavia che fanno vendita diretta – E dobbiamo ringraziare i vogheresi per la loro grande solidarietà: tutti i generi alimentari raccolti stamattina sono stati donati al Banco Alimentare per aiutare le persone meno fortunate».

L’iniziativa è stata organizzata da Coldiretti Pavia sul modello dell’usanza campana del “caffè sospeso” (quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo). In questo caso si tratta però di generi alimentari Made in Italy, di qualità e a km zero, che gli agricoltori di Campagna Amica Pavia portano ogni settimana al mercato di piazza Duomo a Voghera e in tutti gli altri mercati attivi sul territorio provinciale.

«Con questa iniziativa – spiega Stefano Greppi, Presidente di Coldiretti Pavia – abbiamo voluto dare un aiuto concreto a chi, in questo periodo drammatico segnato dalla pandemia di Coronavirus, si trova ancora più in difficoltà». Sono infatti oltre 300 mila – spiega Coldiretti – i poveri in Lombardia che con l’aggravarsi della situazione economica sono costretti a chiedere aiuto nelle mense o con la distribuzione di pacchi alimentari. Fra i nuovi poveri ci sono coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, le persone impiegate nel sommerso che non godono di particolari sussidi o aiuti pubblici e non hanno risparmi accantonati, come pure molti lavoratori a tempo determinato o con attività saltuarie. Persone e famiglie che mai prima d’ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche.

Alla “spesa sospesa” svoltasi in piazza Duomo a Voghera hanno partecipato il presidente di Agrimercato Pavia Giacomo Cavanna, l’assessore comunale al Commercio Francesca Miracca e l’assessore alle Politiche sociali Federico Taverna.

Top