logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
18

Vaccini Covid, over 50: da lunedì 10 maggio aperte le prenotazioni in Lombardia

di Stefania Chiale
da www.corriere.it
@Riproduzione Riservata del 06 maggio 2021

Lunedì partono le prenotazioni per il vaccino anti-Covid ai lombardi che hanno un’età compresa tra i 50 e i 59 anni. Era la notizia che i cittadini attendevano, dopo l’apertura la scorsa settimana delle prenotazioni alla popolazione fragile (con esenzione per patologia cronica) under 60. I cinquantenni in Lombardia costituiscono una platea di quasi 1,6 milioni di persone, che il piano Bertolaso prevedeva di riuscire a vaccinare dal 19 maggio al 7 giugno, a un ritmo di 144 mila inoculazioni al giorno. In realtà dopo i record della scorsa settimana (115 mila somministrazioni al giorno), il ritmo della Regione è calato per adeguarsi al target attribuito alla Lombardia dal commissario straordinario, generale Francesco Paolo Figliuolo.

Vaccini Covid, over 50: da lunedì 10 maggio aperte le prenotazioni in Lombardia

Ieri sono state somministrate 85.687 dosi di vaccino, di cui 71.692 prime dosi e 13.995 richiami. Il giorno precedente la Regione ha toccato quota 85.742. Confrontando i dati con quelli delle altre Regioni, ieri la Lombardia è stata quella che ha vaccinato di più, seguita dal Lazio a 45.419 somministrazioni. Secondo i dati diffusi da Regione Lombardia, nel periodo tra il 22 e il 28 aprile sono state somministrate 541.222 dosi mentre tra il 29 aprile e il 5 maggio le dosi somministrate sono salite a 663.296. L’apertura delle vaccinazioni alla fascia d’età 50-59 è stata anticipata ai microfoni di Sky TG24 dal presidente Attilio Fontana, che sul ritmo lombardo ha commentato: «Purtroppo non riusciamo a mantenere le 100 mila dosi al giorno, al momento ne facciamo 85 mila: il target è stato abbassato dal generale Figliuolo ma la Lombardia è l’unica assieme ad altre due regioni a mantenere e ad aver superato il target del generale Figliuolo». Il presidente ha anche informato che la Lombardia verrà con tutta probabilità confermata in zona gialla.

Sull’allungamento a 42 giorni tra le due dosi dei vaccini Pfizer e Moderna, Fontana ha reso noto che «per chi ha già ricevuto la prenotazione non cambierà niente, per gli altri valuteranno i centri vaccinali se allungare i termini».
Anche la vicepresidente e assessora al Welfare Letizia Moratti ha dato notizia su Twitter dell’apertura prenotazioni alla fascia 50-59 anni: «A partire da lunedì 10 maggio via libera alla prenotazione per i cittadini nati tra il 1962 e il 1971 attraverso: portale (http://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it), portalettere, sportelli Atm di Poste Italiane, numero verde 800.894545». Mentre sull’allungamento del richiamo, ha precisato: «Più persone vaccinate prima con allungamento intervallo tra prima e seconda dose Pfizer e Moderna. In Lombardia per chi ha già appuntamento per la seconda dose non cambia nulla. Solo a partire da domani 7 maggio, gli appuntamenti per la seconda dose saranno fissati a 35-42 giorni e non più a 21».

Ci sono novità anche per gli insegnanti e i lavoratori del mondo scuola: come ha annunciato Moratti su Twitter, «riprende, dopo lo stop, la campagna vaccinale per il personale scolastico. Chi non ha aderito lo potrà fare da inizio settimana prossima attraverso Poste, quelli in attesa della 2° dose riceveranno in questi giorni un sms per l’appuntamento». Tre le notizie, con ulteriori specifiche. La prima è la ripresa delle prenotazioni per il personale scolastico: dopo lo stop agli under 60 deciso il 9 aprile dal generale Figliuolo per dare priorità alla popolazione di età superiore ai 60 anni e alle persone con fragilità, le vaccinazioni agli insegnanti erano proseguite solamente per coloro che avevano già la prenotazione per la prima dose, bloccando però le nuove adesioni. Dalla prossima settimana ricominciano le vaccinazioni a tutti coloro che devono ancora prenotarsi. Ecco quindi la seconda notizia: chi deve ancora aderire alla campagna vaccinale potrà farlo sul portale delle Poste, come tutto il resto della popolazione, mentre finora la categoria era la sola rimasta in gestione al vecchio portale di Aria. Terza: i richiami —essendo partita la vaccinazione degli insegnanti l’8 marzo ed essendo il richiamo di AstraZeneca (con cui la categoria è stata vaccinata) a 78 giorni — avverranno a partire dal 22-23 maggio e i messaggi, a chi non l’ha ancora ricevuto, arriveranno in questi giorni. Stanno arrivando molte segnalazioni di insegnanti, infatti, preoccupati di non avere ancora ricevuto l’sms per l’appuntamento con la seconda dose: il Welfare assicura che non c’è alcun disguido tecnico, che gli sms partiranno in questi giorni e informa, appunto, sulla data di inizio inoculazione delle seconde dosi: 22-23 maggio.

Top