logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
13

Riordinare la cameretta: consigli e trucchi

di Emilie, blogger Hello Family
da wwwhellofamily.ch/it/blog
@Riproduzione Riservata del 17 ottobre 2022

Riordinare la cameretta – per molti genitori un argomento di discussione nonché fonte di gran mal di testa. Personalmente, sono molto ordinata. Da quando sono mamma, però, ho dovuto accettare qualche compromesso. Di seguito vi do qualche consiglio su come farvi aiutare dai bambini a riordinare.-

Scegliere il momento giusto

Fare in modo che i bambini mettano ordine nella loro cameretta non è sempre facile. Spesso è questione di timing. La sera, quando la stanchezza e lo stress accumulati durante il giorno cominciano a farsi sentire, è abbastanza improbabile che i piccoli mettano ordine in modo coscienzioso e senza protestare. Provare a convincerli è tempo perso. Quando le mie figlie hanno finito di giocare e scatenarsi, gli propongo quindi di leggere qualcosa insieme o di fare una piccola pausa di relax prima di metterci al lavoro. Convincere i piccolissimi a dare una mano, è piuttosto facile. Di solito sono ben contenti di aiutare i grandi e adorano farsi carico di piccoli compiti. Per coinvolgere la mia figlia minore, le affido delle piccole incombenze, p. es. sistemare i libri nella libreria o riporre gli animali di peluche nel loro cestone. Il tutto deve rimanere facile e divertente. Nel caso della sorella più grande le cose si fanno già un po' più complicate. Di solito cerco di presentarle il tutto come un gioco o addirittura una sfida. Il fatto di mettere ordine insieme contribuisce poi a rendere meno faticosa l'impresa.

Scegliere box e cestoni adatti

Per mantenere l'ordine in cameretta ci vogliono dei contenitori maneggevoli e ad altezza di bambino. Poco importa che si scelgano dei cestoni o dei box: in commercio si trovano innumerevoli soluzioni di ogni dimensione e stile che facilitano la suddivisione dei giocattoli in categorie. Per esempio i pupazzi di peluche nel cestone giallo, il trenino di legno in quello verde e la pista delle macchinine nel box rosa. Se i giocattoli vengono conservati sempre nello stesso posto, rimediare al disordine diventa più facile. Per semplificare ulteriormente le cose, si può anche incollare sul cestone o box di turno un foglio o un'etichetta con un pittogramma che raffigura il contenuto (costruzioni, vestiti, stoviglie-giocattolo ecc.). Per il materiale da disegno esistono dei piccoli recipienti in cui far sparire pastelli e pennarelli in men che non si dica. Se si opta invece per uno scaffale, bisognerà accertarsi che tutto sia ad altezza di bambino. I giocattoli meno usati – o quelli più fragili! – si possono infine custodire sui ripiani più alti di un grande armadio.

Fare una cernita periodica dei giocattoli

Per evitare di sprofondare nel caos più totale, periodicamente provvedo anche a fare una cernita dei giocattoli delle bambine. Insieme a loro scelgo quelli non più adatti alla loro età e li do in beneficenza, oppure li regalo ad amici. Evito così di gettarli via e faccio felice un altro bambino. E se trovo qualche giocattolo rotto, lo butto via senza troppi rimpianti. Accumulare oggetti inutili è infatti un'idea tutt'altro che buona. Operando una selezione, tra l'altro, non si fa solo spazio: a volte capita anche di ritrovare giocattoli andati persi e le bambine sono felici. La cernita serve però soprattutto a rendere le cose più facili al momento di riordinare la cameretta!

Top