logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
11

QUANTO È DIFFICILE ESSERE MAMMA, IL POST COMMOVENTE DIVENTATO VIRALE

di Ingrid Busonera
da www.mamme.it
@Riproduzione Riservata del 03 dicembre 2021

Il mestiere di una mamma non è facile, spesso, le mamme, pur di non sembrare fragili, nascondono le difficoltà e le lacrime dietro a un finto sorriso. Ma quanto è difficile essere mamma? Ce lo racconta Ana Burgos in una lettera accorata dedicata a tutte le mamme. A tutte quelle mamme che non sanno quanto sono speciali.

quanto-e-difficile-essere-mamma-il-post-commovente-diventato-virale

Essere mamma spiegato in una lettera dolcissima

Ana Burgos, l'autrice di questa lettera trovata nel web e che è presto diventata virale, dedica le sue parole ad una mamma, ma arriva al cuore di tutte le mamme, perché ognuna di noi sa che essere mamma non è così semplice come spesso cerchiamo di far credere. In questa lettera, racconta tutto quello che una mamma fa, ma che nessuno vede.

Le corse, i sacrifici, le lotte e le battaglie, i pianti, le lunghe notti insonni e le difficoltà.
Il messaggio tra le righe è chiaro: la mamma ce la fa sempre e quello che più importa, è che tutto quello che sta facendo per i figli lo sta facendo bene.
Un post che incomincia in modo un po' malinconico, affidato a chiunque incontri questa mamma, giudicata e criticata, ma così forte e così speciale :

Se la vedete in giro ditele che sono orgoglioso, che mi si annebbia la vista con le lacrime vedendo una donna così, perché il suo ruolo di madre lo sta rendendo perfetto anche se gli altri le lanciano sentenze con lo sguardo.

"Mamma, lo stai facendo bene "

Sembra essere destinata a tante mamme questa toccante lettera. La storia di tutte le mamme che affrontano quotidianamente sacrifici, corse, salti mortali per far quadrare tutto della propria vita ma soprattutto di quella dei propri figli, messi sempre al centro dell'esistenza della mamma.
Uno sconosciuto che gratifica la mamma protagonista della lettera, che si complimenta con lei per come quotidianamente si districa nei problemi, dai piccoli a quelli più grandi, senza perdersi d'animo, mai.

Sì mamma, anche quando sei stanca, quando pensi che stai fallendo, che tutto sia sbagliato e che non ce la farai mai, fermati un istante, prendi fiato, incomincia ad amarti e a capire che sei una grandissima donna, che tutto quello che stai facendo lo stai facendo bene. I capricci di un figlio non sono un fallimento, la fine di una relazione non significa che sei sbagliata e ogni errore deve solo diventare esperienza da cui imparare.

Quanto è difficile credere in sé stesse

È quasi inevitabile che questo articolo funga da spunto per una importante riflessione. Quante volte le mamme si sentono sbagliate, perse, fallite, solamente perché non rispecchiano il prototipo della donna e mamma perfetta? Uscire struccate e con i vestiti sporchi di pappa, indossare le scarpe da ginnastica piuttosto che un tacco, avere come unica vita sociale le riunioni a scuola, dimenticandosi totalmente di cosa significhi fare un aperitivo con le amiche o partecipare a un viaggio.

Questo non significa essere sbagliate, ogni mamma è a sé e soprattutto ogni mamma vive la sua esperienza unica di maternità come meglio crede e come può. A volte il supporto di una persona cara presente, che sostenga anche con una frase semplice ma di forte impatto "lo stai facendo bene" può salvare una mamma.

E aiutarla a riprendersi un po' del suo tempo, sostenerla per permetterle di ritagliarsi uno spazio per una coccola o semplicemente un rilassante bagno caldo senza dover pensare ai pargoli, può essere un regalo veramente molto apprezzato da una mamma qualunque che dedica tutto il suo tempo ai figli e ancora non sa che grande valore ha.

Top