logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
7

Peregrinatio. Padre Pio: l'abito delle stimmate sarà esposto ad Assisi

di Redazione Catholica

Il saio indossato dal frate nel 1918 sarà esposto nella basilica di Santa Maria degli Angeli e nel Santuario della Spogliazione. L'arrivo da San Giovanni Rotondo è previsto il 29 luglio.-

Il saio del cappuccino nella città di Francesco per la festa del Perdono

L’abito che Padre Pio indossava il 20 settembre 1918 quando ebbe il dono della stimmatizzazione sarà portato il 29 luglio dai frati cappuccini di San Giovanni Rotondo nella Basilica di Santa Maria degli Angeli ad Assisi. Qui l’abito del santo resterà fino al 2 agosto, giorno del “Perdono di Assisi”, quando si ricorda l’indulgenza concessa nel 1216 da papa Onorio III a tutti i fedeli su richiesta di san Francesco. Ne danno notizia i frati cappuccini precisando che la mattina del 3 agosto il saio di Padre Pio sarà trasferito nel Santuario della Spogliazione: nei cui pressi il futuro Poverello d’Assisi, Francesco di Bernardone si svestì dell'abbigliamento di giovane benestante, per indossare una ruvida tunica. L’evento rientra nell’ambito dell’anno commemorativo del centenario della stimmatizzazione permanente di Padre Pio e del cinquantenario della sua morte (1968-2018). Come gesto simbolico i cappuccini di San Giovanni Rotondo consegneranno idealmente il saio delle stimmate al frate minore padre Giuseppe Renda, custode della Porziuncola e rettore della Basilica di Santa Maria degli Angeli. Proprio il 20 settembre del 1918 il futuro san Pio da Pietrelcina ebbe la visione di Nostro Signore che gli disse “Ti associo alla mia passione”, per poi lasciare impressi nel suo corpo le cinque piaghe della crocifissione. L’abito sarà portato ad Assisi attraverso una peregrinatio iniziata il 10 marzo scorso e organizzata dal team dell’animazione giovanile di San Giovanni Rotondo. Il rientro del prezioso indumento appartenuto al frate nato a Pietrelcina il 25 maggio 1887 tornerà nella “sua” San Giovanni Rotondo il 6 agosto.

da www.avvenire.it

@Riproduzione Riservata del 14 luglio 2018

Top