logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
44

Palio del Ticino, il Borgo in festa il 9 e 10 giugno

di Anna Ghezzi
Il corteo storico con dame e armigeri ancora abbinato alla gara di barcé sul fiume. Cancellato il gala in Castello, gli organizzatori: «Troppo alti i costi della sicurezza».-
PAVIA. Anche quest’anno Pavia si tuffa per due giorni nella magia del Rinascimento con il Palio del Ticino che porterà in centro e in Borgo Ticino per due giorni dame e cavalieri, cortigiane, armigeri e sbandieratori. E vedrà sfidarsi nella gara di barcé sul fiume le società remiere pavesi. Unico neo di questa dodicesima edizione è la decisione di non fare la cena di gala al Castello: «Con gli imprevedibili costi per la sicurezza - spiega il presidente dell’associazione Palio del Ticino Alberto Cei - non saremmo riusciti a pagare spettacolo e oneri di sicurezza. Non ci sembrava giusto offrire ai nostri ospiti una serata al di sotto degli standard, per quest’anno abbiamo deciso di rinunciare, investendo ancora di più nel corteo dei figuranti». 

Il Palio del Ticino, organizzato dall’associazione omonima, vuole commemorare la battaglia tra la flotta milanese guidata da Pasino degli Eustachi, capitano generale del Naviglio ducale e della Darsena e quella della Serenissima Repubblica di Venezia nel 1431: una vittoria storica per Pasino, che difese Pavia fino all’ultimo, tanto che ancora oggi le imbarcazioni che si parano a festa vestono il Gran Pavese, termine nautico che ricorda l’episodio vittorioso sul Po. «Siamo una ventina di persone - spiega Cei - l’organizzazione dura quasi tutto l’anno. Lo facciamo per orgoglio nei confronti della nostra città e della nostra storia, perché questa tradizione cresca nel tempo: ci fa piacere portare un momento di lustro alla nostra amata Pavia, in questi anni abbiamo sempre visto aumentare l’interesse. Da soli non ce la faremmo: questa edizione è stata resa possibile anche grazie al patrocinio di Regione Lombardia, del Comune di Pavia (7.500 euro) e di Fondazione Italia, Patria della Bellezza». 

Si parte sabato 9 giugno con l’Araldo che passerà per le strade del centro storico di Pavia per annunciare l'apertura del Palio con al seguito alcuni figuranti. Domenica 10 giugno appuntamento alle ore 10.30 con la cerimonia di benedizione alla Basilica di San Michele Maggiore, alla presenza del Duca e della Duchessa con, al seguito, armigeri, sbandieratori e cortigiane. «La benedizione - spiega Cei - è un momento spettacolare anche per il contesto, la Basilica di san Michele. Contemporaneamente in piazzale Ghinaglia sarà allestito il campo d'armi con le bancarelle. Al pomeriggio alle 16.30 la tradizionale sfilata in costume d'epoca partirà dal Castello Visconteo alle 16.30 fino a giungere in Borgo Ticino, dove partirà la gara dei barcé, preceduta dalla gara degli arcieri tra la Società Canottieri Ticino, il Circolo culturale La Barcela, la Società Battellieri Colombo, il Club Vogatori Pavesi, il Cus Pavia e l'associazione Motonautica. In palio ci sarà il drappo, opera quest’anno dell’artista Alessandra Ferrerio.
da www.laprovinciapavese.gelocal.it
@Riproduzione Riservata del 31 maggio 2018

Top