logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
58

Nuovo bonus patente da autotrasportatore 2022 2023: come funziona, a chi spetta, come averlo

da www.ticonsiglio.com
@Riproduzione Riservata del 19 ottobre 2022

La guida chiara e dettagliata sul nuovo bonus patente per i giovani che intendono acquisire la patente da autotrasportatore.-

Manca poco all’operatività del nuovo bonus patente 2022 2023 dedicato ai giovani under 35 che desiderano ottenere la patente di guida dei mezzi pesanti per lavorare nel settore dell’autotrasporto.
Arrivano il 18 ottobre 2022 le istruzioni per l’utilizzo della piattaforma di domanda, nell’attesa che venga avviata la procedura.

Si tratta di un voucher, introdotto dal Decreto Milleproroghe, per un valore massimo di 2.500 euro utilizzabile dal 2022 fino al 2026.

In questa guida chiara e dettagliata vi spieghiamo come funziona il nuovo bonus patenti 2022 2023 per gli aspiranti camionisti, i requisiti richiesti e come si ottiene.

COS’È IL NUOVO BONUS PATENTE 2022 2023

Il bonus patente 2022 2023 è un contributo erogato sotto forma di rimborso pari all’80% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 2.500 euro, per conseguire la patente e l’abilitazione alla guida professionale (CQC) rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni che vogliono diventare autotrasportatori di professione. Può essere utilizzato a partire dal 1° luglio 2022 fino al 31 dicembre 2026. Il bonus, chiamato anche “buono patente autotrasporto”, è stato introdotto dall’articolo 10, commi da 3-terdecies a 3-quinquies del Decreto Milleproroghe e viene gestito dal MIT di concerto con le partecipate SOGEI e CONSAP.  È disciplinato invece, dal Decreto Infrastrutture 30 giugno 2022 e vanta risorse, per il 2022, pari a 1 milione di euro.

PERCHE’ VIENE CONSIDERATO “NUOVO”

Questo bonus viene definito “nuovo” in quanto era già stato previsto un bonus patente per il 2022 dal Decreto Infrastrutture – Decreto Legge 10 settembre 2021, n. 121 – coordinato con la Legge di conversione 9 novembre 2021, n. 156. La misura era molto simile, seppure con importi diversi e scadenze differenti. Per questa agevolazione lo Stato aveva previsto una spesa di 1 milione di euro per l’anno 2022. Il bonus, sempre destinato agli under 35, era però pari al 50% della spesa sostenuta, in misura non superiore a 1.000 euro e con scadenza il 30 giugno 2022. Tuttavia, non è mai uscito il decreto attuativo che avrebbe reso operativa la misura.

Il Decreto Milleproroghe va di fatto a potenziare e a modificare in parte questa misura, innalzando il rimborso all’80% fino ad un massimo di 2500 euro e ampliando i termini fino al 2026. Nella Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre  2022 è stato poi pubblicato il Decreto Infrastrutture 30 giugno 2022, attuativo della misura con le indicazioni operative sul suo funzionamento. Per saperne di più sul precedente bonus vi consigliamo di leggere questo approfondimento. Vediamo ora tutti i dettagli sul nuovo bonus.

A CHI SPETTA IL BONUS PATENTE 2022 2023

Il bonus patente 2022 2023 spetta ai cittadini italiani ed europei che, nel periodo tra il 1° marzo 2022 e il 31 dicembre 2026, abbiano un’età compresa tra i 18 e i 35 anni e che siano interessati a conseguire la patente CQC. Ricordiamo che la certificazione CQC (Carta di Qualificazione del Conducente) abilita i conducenti di mezzi pesanti, conducenti di mezzi che hanno massa superiore (a pieno carico) a 3,5 tonnellate, al trasporto di merci e persone. Secondo la nuova normativa, l’abilitazione di guida professionale CQC è obbligatoria per tutti i conducenti che trasportano merci o persone.

COME FUNZIONA IL BONUS PATENTE 2022 2023

Il nuovo bonus per aspiranti autisti viene riconosciuto sotto forma di rimborso dei costi per conseguire le abilitazioni professionali da autotrasportatori di merci per conto terzi. È utilizzabile, però solo per parte delle spese sostenute (l’80%) documentate opportunamente, fino a 2.500 euro. È valido per le patenti conseguite dal 1° luglio 2022 e fino al 31 dicembre 2026.

Inoltre, il buono patente autotrasporto può essere riconosciuto per una sola volta e viene emesso secondo l’ordine cronologico di inoltro delle istanze fino ad esaurimento delle risorse disponibili per ciascuno degli anni dal 2022 al 2026. Per usare il bonus, è necessario seguire questo iter:

  • effettuare la registrazione sulla piattaforma “Buono patenti” del MIT;
  • rivolgersi a una delle autoscuole accreditate che saranno inserite in un apposito elenco consultabile dai beneficiari attraverso la piattaforma informatica, su cui vi aggiorneremo. Per accreditarsi le scuole guida devono presentare richiesta al MIT e fornire i dati sulla loro attività;
  • usare il bonus entro 60 giorni dalla data di emissione;
  • le autoscuole provvedono all’attivazione del buono nell’apposita area dell’applicazione web;
  • il beneficiario del buono deve conseguire la patente e, eventualmente, anche la carta di qualificazione del conducente (CQC), per le quali è stato utilizzato il bonus, entro 18 mesi dalla relativa attivazione;
  • le autoscuole provvedono al caricamento, sull’applicazione web, delle informazioni relative ai titoli e alle abilitazioni eventualmente conseguite da ciascun beneficiario, e provvedono, all’emissione di fattura elettronica di importo pari a quello del buono attivato, secondo le linee guida pubblicate sull’applicazione web, su cui vi aggiorneremo;
  • entro 30 giorni dall’accettazione della fattura, il MIT liquida alle autoscuole l’importo del buono attivato.

COME PRESENTARE DOMANDA PER RICHIEDERE IL BONUS

È possibile richiedere il nuovo bonus patente 2022 2023 in via telematica su una nuova piattaforma informatica “Buono patenti” che verrà predisposta dal Ministro delle Infrastrutture e disponibile a questo indirizzo. L’istanza può essere presentata previa registrazione sulla piattaforma compilando il modello disponibile sul portale, su cui vi terremo aggiornati. Per presentare domanda è necessario accedere al sito autenticandosi alternativamente con:

  • SPID;
  • CIE (Carta d’identità elettronica);
  • CNS (Carta nazionale dei servizi).

Effettuata la registrazione, il Ministero, attraverso l’applicazione web, attribuisce al beneficiario il buono. Il buono è disponibile nell’area riservata dell’applicazione web dedicata a ciascun beneficiario e deve essere attivato entro 60 giorni dalla relativa emissione. Decorso tale termine, il bonus è automaticamente annullato. In caso di annullamento, il beneficiario può richiedere l’emissione di un nuovo bonus, con la stessa procedura, nei limiti delle risorse disponibili all’atto della nuova richiesta di emissione.

DICHIARAZIONE DEI REDDITI E ISEE

Il nuovo bonus non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini del computo del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

PERCHE’ E’ STATO INTRODOTTO IL BONUS PATENTE

Obiettivo della misura è incentivare l’inserimento di giovani nel mercato del lavoro in un settore che soffre di carenza strutturale di autisti.

LE RISORSE DEL NUOVO BONUS PATENTE

Il bonus camionisti 2022 2023 è finanziato dal Fondo denominato “Programma patenti giovani autisti per l’autotrasporto”, con una dotazione pari a:

  • 3,7 milioni di euro per l’anno 2022, di cui solo 1 milione è destinato al bonus patenti;

  • 5,4 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Decreto Milleproroghe – Testo coordinato di conversione in Legge del Decreto Milleproroghe 2022 (Pdf 571 Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.49 del 28-2-2022 – Supplemento Ordinario n. 8 – articolo 10, commi da 3-terdecies a 3-quinquiesdecies.

Decreto Infrastrutture – Decreto Legge 10 settembre 2021, n. 121 – coordinato con la Legge di conversione 9 novembre 2021, n. 156 (i commi 5-bis, 5-ter e 5-quater del cui art. 1 vengono sostituiti da quanto indicato nell’art. 10 3-terdecies del Decreto MiIlleproroghe);

Decreto Infrastrutture 30 giugno 2022 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale 244 del 18-10-2022.

Top