logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
4

IL MISSIONARIO NON È UN DIVO IN TOURNÉE

di Annachiara Valle

Papa Francesco ricorda lo stile sobrio che deve avere chi annuncia il Vangelo. Insieme con la capacità di portare sempre non le proprie idee, ma quelle di Gesù, centro di ogni battezzato.-

Lo stile missionario è quello che ha un centro e un volto. Il centro, cioè Gesù, indica che l’annuncio non è un affermarsi personale. «L’andare e l’operare dei Dodici», spiega papa Francesco, «appare come l’irradiarsi da un centro, il riproporsi della presenza e dell’opera di Gesù nella loro azione missionaria. Questo manifesta come gli Apostoli non abbiano niente di proprio da annunciare, né proprie capacità da dimostrare, ma parlano e agiscono in quanto “inviati”, messaggeri di Gesù».

Questo riguarda tutti noi, non solo i sacerdoti, ma tutti i battezzati. Inoltre, ricorda Bergoglio, occorre ricordarsi che la missione ha sempre un volto e questo volto «consiste nella povertà dei mezzi. Il suo equipaggiamento risponde a un criterio di sobrietà. I Dodici, infatti, hanno l’ordine di “non prendere per il viaggio nient’altro che un bastone: né pane, né sacca, né denaro nella cintura”. Il Maestro li vuole liberi e leggeri, senza appoggi e senza favori, sicuri solo dell’amore di Lui che li invia, forti solo della sua parola che vanno ad annunciare. Il bastone e i sandali sono la dotazione dei pellegrini, perché tali sono i messaggeri del regno di Dio, non manager onnipotenti, non funzionari inamovibili, non divi in tournée».

Ed è povertà anche «l’esperienza del fallimento», del non essere ascoltati. «La vicenda di Gesù, che fu rifiutato e crocifisso, prefigura il destino del suo messaggero. E solo se siamo uniti a Lui, morto e risorto, riusciamo a trovare il coraggio dell’evangelizzazione».

da www.famigliacristiana.it

@Riproduzione Riservata del 15 luglio 2018

Top