logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
18

Lo sport in gravidanza mette in moto anche il cervello del bebè

di Roberta Camisasca
da www.bimbisaniebelli.it
@Riproduzione Riservata del 14 novembre 2019
Sono già noti i benefici dello sport in gravidanza sulla salute della futura mamma. Ora uno studio evidenzia gli effetti positivi sullo sviluppo neurologico del nascituro.-
Lo sport in gravidanza mette in moto anche il cervello del bebè

Lo sport in gravidanza, oltre a fare del bene alla futura mamma, può avere degli effetti di promozione del neurosviluppo del feto le cui conseguenze positive si osservano dopo la nascita. All’età di una mese, infatti, i figli delle donne che hanno fatto attività fisica hanno migliori capacità di coordinamento motorio rispetto a quelli delle donne sedentarie.

Dallo jogging alla cyclette

Lo mostra uno studio appena pubblicato sulla rivista Medicine & Science in Sports & Exercise, condotto dai ricercatori della East Carolina University di Greenville negli Stati Uniti su 70 donne in gravidanza, reclutate nel primo semestre e poi seguite fino al parto, suddivise in due gruppi, uno dei quali seguiva un programma supervisionato di sport di tipo aerobico, come camminata veloce, corsetta e cyclette, tre volte alla settimana per 50 minuti. I figli di queste donne avevano a un mese dalla nascita delle migliori capacità di afferrare, spingere e controllare i movimenti del proprio corpo. Uno sviluppo motorio accelerato potrebbe essere dovuto, suggeriscono i ricercatori, all’ambiente prenatale e cioè a maggiori quantità di sangue, ossigeno e nutrienti che, attraverso la placenta, hanno raggiunto il feto, influenzandone il neurosviluppo.

Meno predisposti all’obesità

Secondo gli autori del lavoro, i bambini più capaci di muoversi tenderanno a farlo di più nel corso degli anni, allontanando lo spettro dell’obesità infantile. Il prossimo passo è quello di capire se le mamme che fanno sport abbiano adottato anche uno stile maggiormente interattivo con i loro figli durante il primo mese a casa: in tal caso lo sviluppo motorio più rapido potrebbe non essere dovuto unicamente al periodo trascorso nella pancia. Quel che è certo è che muoversi in gravidanza aumenta l’attitudine del nascituro al movimento, oltre ad avere i già noti benefici per la futura mamma: lo sport moderato aiuta a non ingrassare, a preparare il fisico al parto oltre che a non soffrire di mal di schiena. Yoga, pilates, nuoto e camminate tra le attività più consigliate. Se l’attività fisica viene praticata all’aria aperta, si favorisce anche l’assorbimento di vitamina D, importante per madre e figlio.

Lo sapevi che?

Anche il Pilates, grazie ai movimenti controllati e dolci, è uno sport adatto in gravidanza, poiché permette di migliorare la postura e preparare la muscolatura al parto.

Top