logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
93

INIZIATIVA DI INTESA SAN PAOLO: mamma@work

Marchio: logotipo e identità aziendale - Intesa Sanpaolo

da www.intesasanpaolo.com
@Riproduzione Riservata

C'è un a nuova iniziativa d'impatto di Intesa San Paolo che pensiamo possa interessarti e che affronta il problema della scarsa partecipazione delle donne al mondo del lavoro, spesso per scelte che avvengono a seguito della maternità.

mamma@work

Fino a 30.000 euro per far crescere i tuoi figli in tutta serenità.

Le caratteristiche

Il finanziamento mamma@work è pensato per venire incontro alle tue esigenze di mamma lavoratrice permettendoti di conciliare serenamente la vita familiare con quella lavorativa.

mamma@work ti accompagna durante i primi anni del tuo bambino e si articola in due fasi:

“Fase sostegno” se risulti in possesso dei requisiti richiesti dalla Banca potrai aprire un conto corrente e ottenere un’apertura di credito della durata massima di 5 anni. Ti verranno messe a disposizione delle somme in più tranche che potrai usare in tutto o in parte, per le spese e la cura del tuo bambino, senza bisogno di rendicontazione (es. per pagare le rette asilo nido, baby sitter, ecc.).

“Fase rimborso” dovrai restituire alla Banca le somme utilizzate e gli interessi maturati, scegliendo tra due
modalità di rimborso: in un’unica soluzione o tramite l’erogazione di un prestito personale a condizioni dedicate.

Come ottenerlo

Per accedere a mamma@work ti basterà dimostrare di essere una mamma lavoratrice, dipendente o autonoma, di essere maggiorenne, residente in Italia e possedere i requisiti sotto elencati. Il possesso dei requisiti per accedere a mamma@work sarà verificato direttamente dal gestore della Filiale Intesa Sanpaolo che sceglierai per attivare il finanziamento.

Requisiti di accesso

Per ottenere la prima tranche di mamma@work sarà necessario che tu:
• abbia un bambino/a di età non superiore ai 36 mesi;
• abbia un impiego lavorativo (dipendente o autonomo) da almeno 6 mesi;
• sia residente in Italia.

Requisiti di mantenimento

Per ottenere la disponibilità delle tranche successive alla prima è sufficiente, ogni semestre,
dimostrare di svolgere un’attività lavorativa (dipendente o autonoma).

Come si accede a mamma@work

Accedere a mamma@work è semplice:

  • fai click su VERIFICA e rispondi a tre brevi domande;
  • se risulterai essere in possesso dei requisiti per accedere al finanziamento potrai cliccare su PARLA CON NOI e fissare on line l’appuntamento con il gestore della Filiale del Gruppo Intesa Sanpaolo che ti è più comoda;
  • clicca su STAMPA IL PROMEMORIA e avrai l’elenco dei documenti da portare in Filiale.

Quando ti recherai all’appuntamento presso la Filiale da te indicata, ti verrà aperto un conto corrente
e potrai richiedere l’apertura di credito. L’apertura di credito potrà avere importi e durate diverse in base alle tue necessità, al reddito familiare e all’età del bambino/a al momento della richiesta, considerando che la scadenza della linea di credito non potrà essere superiore al 6° anno di tuo figlio/a. In caso di accettazione della tua richiesta, le tranche ti saranno messe a disposizione con periodicità semestrale fino alla scadenza del contratto di apertura di credito.

Per avere le tranche successive alla prima, ogni sei mesi dovrai recarti in Filiale e dimostrare di svolgere un’attività lavorativa (portando con te l’ultimo cedolino stipendio se lavoratrice dipendente o le ultime due fatture se lavoratrice autonoma). Se dovessi aver perso il lavoro ma ne stessi cercando un altro, ti verrà comunque garantita l’erogazione di un’ulteriore tranche. Trascorsi altri 6 mesi, senza che tu abbia trovato una nuova occupazione, verranno sospese le tranche fino a che non ne avrai trovata un’altra. L’importo del fido sino ad allora concesso rimarrà a tua disposizione fino alla scadenza naturale del fido stesso.

Cosa succede al termine della fase di sostegno

Al termine della fase di sostegno ti avviseremo della prossima scadenza dell’apertura di credito per concordare
l’avvio della fase di rimborso, che a tua scelta potrà avvenire con:

  • rimborso in un’unica soluzione;
  • rimborso misto: puoi ridurre il tuo debito tramite un versamento e rimborsare la restante parte tramite un prestito personale;
  • rimborso con prestito personale: a condizioni dedicate e durata fino ad un massimo di 20 anni in modo da avere rate di importo contenuto.
Top