logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
41

Diocesi di Tortona: Il Vescovo ha incontrato i giovani in Ucraina

Mons. Viola nella delegazione della Cei guidata dal presidente Card. Bassetti.-

Quando il 16 maggio 2017, nella solennità di San Luigi Orione, Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, capo e padre della Chiesa greco-cattolica ucraina e arcivescovo maggiore di Kyiv-Halyč, intervenendo alla messa nel santuario della Madonna della Guardia di Tortona, aveva incontrato il nostro Vescovo, lo aveva invitato in Ucraina, insieme al rettore don Renzo Vanoi.
Mons. Viola ha ricambiato la visita partecipando al pellegrinaggio nazionale ucraino a Zarvanytsia, nel viaggio organizzato dalla Cei dal 13 al 16 luglio, condotto dall’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve. 

La Conferenza episcopale italiana sostiene diversi progetti della Chiesa greco-cattolica in Ucraina.

Secondo dati ufficiali, oggi in Italia sono presenti ben 200 mila cittadini ucraini. Ma la cifra reale supera di due volte le statistiche.

Come ricorda “Vatican News”, quella degli ucraini è la quarta comunità più numerosa tra quelle immigrate in Italia.
I fedeli della comunità greco cattolica formano 145 comunità in tutto il Paese.

Il servizio pastorale, che si svolge sotto la guida spirituale del visitatore apostolico per gli ucraini greco-cattolici, è assicurato da 65 sacerdoti.

Il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, si è recato in visita in Ucraina da venerdì 13 a lunedì 16 luglio, accogliendo l’invito di Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, capo e padre della Chiesa greco-cattolica ucraina.

Il cardinale, accompagnato da una delegazione di cui facevano parte il Vescovo Mons. Vittorio Viola e don Renzo Vanoi Rettore del Santuario della Madonna della Guardia di Tortona, ha partecipato al pellegrinaggio nazionale ucraino al Santuario mariano di Zarvanytsia, insieme a Sua Beatitudine.

“Un segno d’affetto e di vicinanza della Chiesa italiana al popolo ucraino provato da guerra e sofferenza, ormai da più di quattro anni” così Sviatoslav Shevchuk, arcivescovo maggiore di Kyiv-Halyč, ha definito la visita del porporato.

Tra gli appuntamenti ufficiali previsti nel viaggio, sabato 14 luglio, si è svolto un incontro con i giovani a Zarvanytsia, che è stato guidato proprio da Mons. Viola.

Alla sera, dopo la processione con le candele, la preghiera alla Madre di Dio e il discorso del cardinale ai pellegrini.

Domenica 15 luglio, dopo la Divina Liturgia alle ore 9, il card. Bassetti ha tenuto un discorso ai fedeli ucraini.

“Le tante fiaccole che stasera ardono dinanzi al santuario rappresentano tante piccole fiammelle di fede, che però, unite insieme, mostrano al mondo quella luce immensa che è il messaggio di amore di Gesù, salvatore di tutti gli uomini. – ha detto Bassetti – Rivolgendomi in particolar modo ai tanti giovani presenti, desidero esortarli a non lasciarsi rubare la speranza, come ha raccomandato Papa Francesco”.

La visita della delegazione italiana ha interessato anche la città di Leopoli.

Oltre al Cardinale Bassetti, a Mons. Viola e a don Vanoi, erano presenti Amilcare Conti, segretario del Cardinale, Adele Carloni, parente di Maria Teresa Carloni (mistica e promotrice del dialogo con le Chiese dell’Est), Alessandro Priorelli, presidente dell’Associazione “Gomena” e don Vasyl Gushuvatyy, cappellano della comunità ucraina che si trova a Perugia.

da www.diocesitortona.it

@Riproduzione Riservata del 18 luglio 2018

Top