logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
3

Congedo parentale da 7 a 10 giorni per i papà: la novità in Manovra

da www.quifinanza.it
@Riproduzione Riservata del 21 dicembre 2020

Un emendamento alla manovra, approvato in commissione Bilancio alla Camera, aumenta da 7 a 10 i giorni di congedo parentale obbligatorio per i papà.-

Novità per mamme e papà negli emendamenti alla manovra 2021 approvati finora in commissione Bilancio alla Camera.
Sale da 7 a 10 giorni il congedo parentale obbligatorio per i papà: chi diventa papà, adotta oppure ottiene in affidamento un bambino o una bambina nel 2021, ha diritto complessivamente a 10 giorni di astensione dal lavoro interamente retribuiti.
Lo stanziamento per la misura passa da 106,1 a 151,6 milioni di euro per il prossimo anno. Si ricorda che non si tratta di una misura strutturale, ma di una misura che deve essere di anno in anno prorogata e confermata.
È inoltre previsto uno stanziamento pari a 50 milioni per agevolare il ritorno al lavoro delle neo mamme. Le risorse sono destinate al sostegno e alla valorizzazione delle misure organizzative adottate dalle imprese per favorire il rientro al lavoro delle lavoratrici madri dopo il parto. Via libera anche ad un assegno mensile da 500 euro per le mamme single disoccupate o monoreddito con un figlio che abbia una disabilità di almeno il 60%.

Congedo parentale obbligatorio per i papà: le novità

I papà si potranno assentare dal lavoro alla nascita dei figli per 10 giorni, anziché i 7 inizialmente previsti dalla manovra. La misura fa parte del maxi pacchetto di riformulazioni di emendamenti approvati finora. Il tema dei congedi parentali obbligatori per i neo papà è stato affrontato più volte nelle ultime manovre, che hanno ampliato via via le giornate retribuite:
da 4 a 5 nel 2019 e da 5 a 7 nel 2020. Ora, le giornate di astensione consentite per il 2021 aumenteranno a 10 anzichè 7, in modo da allinearsi con le direttive europee che intendono incrementare sempre più il periodo di congedo di paternità.

Congedo parentale obbligatorio per i papà: quando usarlo

Ricordiamo che il congedo obbligatorio è da fruire, anche in via non continuativa, entro i cinque mesi di vita o dall’ingresso in famiglia o in Italia (in caso, rispettivamente, di adozione o affidamento nazionale o internazionale) del bambino. Il congedo del padre si configura come un diritto autonomo e quindi è aggiuntivo a quello della madre e spetta comunque indipendentemente dal diritto della madre al congedo obbligatorio.
Anche per il 2021, è possibile aggiungere un ulteriore giorno di congedo facoltativo, da fruire in accordo e in alternativa alla madre.

Chi deve richiederlo e chi no

Per quanto riguarda le modalità di presentazione della domanda, sono tenuti a presentare domanda all’Inps solamente i lavoratori per i quali il pagamento delle indennità è erogato direttamente dall’INPS stesso.
Nel caso in cui invece le indennità siano anticipate dal datore di lavoro, i lavoratori devono comunicare in forma scritta al proprio datore di lavoro la fruizione del congedo di paternità, senza necessità di presentare domanda all’Istituto. In quest’ultimo caso, infatti, il datore di lavoro comunica all’Inps le giornate di congedo fruite, attraverso il flusso Uniemens.

Top