logo sito cav

CAV - Centro di Accoglienza alla Vita Vogherese ODV

Via Mentana n. 43
27058 Voghera (PV)
Tel: 349 4026282
email: cavvoghera@virgilio.it
Visualizzazioni:
3

ACETONE NEI BAMBINI: DI COSA SI TRATTA E COME CURARLO?

di Brunella Farina
da ww.mamme.it
@Riproduzione Riservata del  07 marzo 2021
Avete mai sentito parlare dell’acetone? Si tratta di un disordine metabolico che generalmente colpisce i bambini di età compresa tra 0 e 3 anni. Esso, tuttavia, è un disturbo passeggero che tende a risolversi spontaneamente.
acetone-nei-bambini-cosa-e-come-curarlo

Acetone nei bambini: un disturbo

L’acetone, denominato anche chetosi, è un malessere caratterizzato da mal di testa, febbre alta, spossatezza, spasmi addominali ed episodi di inappetenza e vomito. Questa condizione è determinata da una difficoltà metabolica, dovuta al fatto che l’organismo, non avendo più zuccheri a disposizione da bruciare per produrre energia, comincia a bruciare grassi. L’acetone, pertanto, può verificarsi in tutte quelle condizioni che determinano una carenza di zuccheri nell’organismo. Ricordiamo, tuttavia, che la chetosi potrebbe anche essere conseguenza di diabete o di patologie genetiche del metabolismo.
L’acetone può presentarsi, ad esempio, in seguito a una febbre alta o dopo un periodo di digiuno prolungato. In entrambi i casi, infatti, il corpo richiede un dispendio maggiore di glucosio e quando le riserve si esauriscono, vengono attaccati i lipidi: durante questo processo il corpo produce delle sostanze denominate corpi chetonici (l'acetone, l'acido acetoacetico e l'acido beta-idrossibutirrico). Nel momento in cui queste sostanze superano un certo limite (si parla in tal caso di iperchetonemia), si verifica la sintomatologia tipica dell’acetone.

Acetone nei bambini: come si riconosce?

Un sintomo caratteristico dell’acetone è l’alitosi, caratterizzata da un cattivo odore di frutta marcia. Questo è senz’altro il principale campanello d’allarme che consente ai genitori di riconoscere il disturbo in oggetto. Ad ogni modo per averne conferma sarà sufficiente effettuare un esame domestico delle urine, utilizzando un apposito stick che si vende in farmacia.

Acetone nei bambini: come curarlo

In caso di acetone si consiglia di modificare la dieta del piccolo, eliminando da essa i cibi ricchi di grassi e di zuccheri semplici e introducendo alimenti che contengono carboidrati complessi (come, ad esempio, i cereali.)

Top