Nuove ordinanze Lombardia, coprifuoco alle 23 e autocertificazione: si parte giovedì 22 ottobre. Multe fino a 3 mila euro

di Redazione Milano Online

da www.milano.corriere.it

@Riproduzione Riservata del 21 ottobre 2020 – 0re 12.14

Dalle 23 alle 5 del mattino successivo ci si può spostare soltanto per «comprovate esigenze lavorative». È l’ordinanza firmata dal governatore Attilio Fontana e dal ministro della Salute Roberto Speranza. Didattica a distanza per le superiori e centri commerciali chiusi nel weekend.-

Nuove ordinanze Lombardia, coprifuoco alle 23 e autocertificazione: si parte giovedì 22 ottobre. Multe fino a 3 mila euro

Coprifuoco in tutta la Lombardia da giovedì 22 ottobre con multe da 400 a 3 mila euro per le violazioni.

È l’ordinanza, valida fino al 13 novembre 2020, firmata dal governatore Attilio Fontana e dal ministro della Salute Roberto Speranza e inviata all’Anci e ai sindaci dei 12 capoluoghi di provincia. Inoltre è stata firmata anche un’altra ordinanza regionale con maggiori restrizioni rispetto al dpcm, che dispone tra l’altro la didattica a distanza per le superiori e la chiusura dei negozi presenti all’interno dei centri commerciali nel weekend. Resteranno aperti alimentari e farmacie.

Qui il testo della delibera 
che prevede che dalle 23 alle 5 del mattino successivo ci si possa spostare solo per «comprovate esigenze lavorative situazioni di necessità e urgenza e motivi di salute» . Ed è in ogni caso permesso il rientro a casa.

Sarà necessaria una autocertificazione e le sanzioni sono quelle previste dal decreto dello scorso 25 marzo sull’emergenza Coronavirus.

La decisione del coprifuoco è stata presa dopo aver esaminato le proiezioni sui contagi che a fine mese, se non cambierà il trend, potrebbero portare fino a quattromila ricoveri nei normali reparti e a circa 500 in terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore, i nuovi contagi in Lombardia sono stati 4.126, 1.858 dei quali nella sola provincia di Milano: dati in enorme crescita rispetto a quelli di martedì.

Le sanzioni

Altri provvedimenti, come la limitazione degli orari per i negozi della media e grande distribuzione non alimentari, sono previste in una seconda ordinanza regionale, che contiene anche le disposizioni per sport di contatto, locali e scuole secondarie di secondo grado. «Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 – si legge nell’ordinanza -, su tutto il territorio della Regione Lombardia, dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza. La sussistenza delle situazioni che consentono la possibilità di spostamento incombe sull’interessato. Tale onere potrà essere assolto, producendo un’autodichiarazione». «Le disposizioni della presente ordinanza – prosegue – producono i loro effetti dalla data del 22 ottobre 2020 e sono efficaci fino all’adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri e, comunque, fino al 13 novembre 2020. Il mancato rispetto delle misure di cui alla presente ordinanza è sanzionato, secondo quanto previsto dall’art. 4 del decreto-legge n.19/2020».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *